LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Selinunte. Il tempio G. rinasce in cd-rom
Nino Giaramidaro
Giornale di Sicilia 10/9/2004

Appariva ai naviganti seguendo i tempi della maretta, quella macchia color porpora. Decisa e contrastante nell'azzurro del cielo siciliano e col terroso verde della campagna. Il tempio di Selinunte a ridosso dell'estremo costone che segue il Selinus, ora Modione, trascurato e sporco, che a stento guadagna il mare.
Spettacolo sconvolgente nelle albe e nei tramonti cangianti, che ipnotizzava le prue e le anime vaganti.
Ora quei colori della classicit non ci sono pi, li immaginiamo con fatica e approssimazione di fronte alla pietra nuda e mangiata dagli scirocchi carichi di acqua e sale. Tutto colore della Terra: Demetra ha steso il suo spento sguardo su quella che fu una citt potente e orgogliosa.
Che sta sottoterra - dice Aurelio Pes, direttore dell'Ufficio Speciale per gli interventi di valorizzazione del patrimonio culturale e turistico della Regione -. Conosciamo ben poco di Selinunte, l'ottanta per cento del grande insediamento classico rimane sepolto. Ce lo confermano diversi studiosi. Sotto le vigne e gli olivi "dormono" tonnellate di pietra di Cusa. E sopra, per la pi parte ci sono non ruderi da restaurare, ma rovine, come quelle del grandioso tempio G. Dal quale la Regione vuol cominciare a "mettere mano" per una massiccia rivaluta-
zione di questo patrimonio unico.
E per domani alle 10 riunir nel Teatro Selinus di Castelvetrano un gruppone di archeologi, petrografi, architetti restauratori e altri specialisti sul problema dei Colori della classicit. Primo obiettivo: la ricostruzione virtuale del tempio G.
Per ora accontentiamoci di questo - dice Pes -, non c' l'atmosfera per ipotizzare una ricostruzione fisica del tempio, che sarebbe grandiosa impresa. Lo vedremo quasi com'era in un cd. Vi sono gi diverse interpretazioni e proposte per rimettere su col mouse le "rocche" di Cusa disseminate in uno spazio enorme. E sovrastate, come un urlo, dal fuso della vecchia, alta colonna che, se una fanciulla riesce ad abbracciarla - dice la leggenda - si guadagna il matrimonio.
Studiosi e tecnici dovranno rispondere ad una serie di interrogativi.
C' una domanda - sottolinea Aurelio Pes, fomentatore di molteplici iniziative culturali, raffinato intellettuale e drammaturgo, con scrivania di alto funzionario regionale - che non si pu pi scansare: la classicit, come noi oggi la concepiamo, mentre a rischio la sua stessa esistenza, dovr rimanere il regno dell'ineffabile o, invece, storicizzarsi, divenire oggetto di nuove argomentazioni e sperimentazioni? In dettaglio: possibile ricostruire (fisica-mente) un frammento articolato del tempio G? Oppure tirarlo
interamente su. O preferibile abbandonarlo all'attuale stato di rovina?.
L'archeologo torinese Giorgio Gullini proporr un video con la sua ricostruzione, che spiega come: funzionava il tempio e quali colori aveva.
Insomma, - conclude Pes -si tratta di progettare virtualmente il pi grande cantiere culturale del mondo. Se poi il virtuale diventasse concreto, sarebbe facile immaginarne il significato per la Sicilia, e non solo. Non a caso fra gli studiosi vi sono due francesi che rappre-sentano l'Unesco.
Alla giornata di studio-convegno parteciperanno, con Pes, Nuria Sanz, il soprintendente ai Beni culturali di Trapani Giuseppe Gini, gli archeologi Vincenzo e Sebastiano Tusa, Giorgio Gullini, Dieter Mertens, Giuseppe Guerrera, Giacomo Bonagiuso, il petrografo Lorenzo Lazzarini, Jean Dedolin, Michele Cometa, il restauratore Lucio Trizzino, Silvano Riggio e l'architetto fotografo Pier Paolo Raffa. Previsti i saluti del presidente della Regione Cuffaro, degli assessori Alessandro Pagano e Fabio Granata, della presidente della Provincia Giulia Adamo e del sindaco Gianni Pompeo. Nella bellissima sala del teatro si potr vedere una retrospettiva su Seliinunte del fotografo castelvetranese da poco scomparso Franco Stella, il modello del tempio di Paolo Lipari e una coloratissirna pittografia di Maurilio Catalano.



news

06-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 6 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news