LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MILANO - "Milano bella per si dimentica di essere se stessa"
CARLOTTA MAGNANINI
GIOVED, 29 LUGLIO 2010 LA REPUBBLICA - Milano





Molti autori di genere mettono la citt al centro del loro lavoro, ma io ho iniziato a scrivere proprio per raccontarla

Quello che mi dispiace che si cerchi di metterle una divisa per renderla uguale alle altre metropoli europee

Il quadrilatero, o come diavolo si chiama, della moda. Non capisco tutto questo entusiasmo solo per delle vetrine

La zona di corso Monforte e via del Conservatorio, con i palazzi e i cortili: una galleria a cielo aperto


un po giovane per gli amarcord. Eppure Elisabetta Bucciarelli, professione giallista (con il suo penultimo libro, Io ti perdono, arrivata finalista in cinque premi letterari), prova un certo gusto per il passato: quando gioca a domino con il figlio - al posto della playstation - o parla di Milano, la sua citt, rimpiangendo i tempi che furono. S, ma non nostalgia: constatare che tutte le energie urbanistiche stanno andando in una sola direzione.
Se si riferisce ai lavori per lExpo, cosa proporrebbe alla Moratti in vista del 2015?
Guardare ai punti di accesso, un importante biglietto da visita per chi arriver, anche con interventi naturalistici. Mi spiaciuto moltissimo che sia fallito il progetto degli alberi di Renzo Piano.
Anche nellultimo romanzo, Ti voglio credere (Kowalski), Milano entra da protagonista fin dalla prima pagina: prerogativa dei giallisti calare le loro storie in un contesto metropolitano?
Conosco tanti giallisti che usano le citt come personaggi. Io per ho cominciato a scrivere proprio per raccontarla, Milano. Happy Hour, il mio primo libro, non apparteneva affatto al genere poliziesco, ma nasceva dalla volont di raccontare una citt invasa dal rito degli aperitivi.
Cosha contro gli aperitivi?
Niente. Tra laltro non mica uninvenzione degli ultimi anni o della Milano da bere, anche mio nonno andava allo Zucca tutte le domeniche. Dico che allora avevano un significato, erano linizio di un percorso. Oggi sembra segnino linizio della fine. Poi ce lho soprattutto perch in via Gustavo Modena cera una cartoleria che adoravo: profumata di matite, gomme, quaderni. Ci andavo sempre, fino a che un giorno, nel 99, sorpresa: al suo posto era spuntato un locale con insegna al neon. Si chiamava proprio cos, Happy Hour.
C da sperare che non sia lunica sua percezione di Milano.
Certo che no, io Milano la amo, ci sono nata in un periodo, la fine degli anni 60, in cui sembrava che tutto fosse possibile.
Nei suoi romanzi ha cercato di abbellirla o stata imparziale?
Penso davvero sia bella, dal punto di vista architettonico e umano. E non parlo solo della Milano del centro, dei cortili nascosti nei palazzi Io sono cresciuta guardando la tangenziale est e adesso vivo a Lambrate. Quello che mi dispiace che ora tenti di omologarla, renderla simile ad altre metropoli straniere, con la stessa divisa Va bene volere il grattacielo pi alto di tutti, ma bisognerebbe sapere anche cosa e chi c intorno, facendo pi attenzione al decoro urbano e alla personalit.
Primo impatto percettivo della giornata: cosa vede dalla sua camera da letto?
Vivo nella vecchia fabbrica della Faema, trasformata con un gruppo di persone (e gi soprannominato "fabbrica della cultura" grazie al network di architetti e artisti che ci lavora, ndr): quindi da un lato vedo il parco protetto di Villa Folli, dallaltro lex fabbrica dellInnocenti, industrie che hanno reso grande la citt.
E la prima cosa percepisce una volta in strada?
Le telecamere di sorveglianza: qui dove ora ci sono loft e gallerie darte, un tempo cerano fabbriche e ville. Poi alle mie spalle la zona storica di via Conte Rosso, piazza Rimembranze, di fronte la scuola araba dove tutte le mattine sento le preghiere dei ragazzini. un quartiere multirazziale.
Livello di integrazione?
Basso tra gli adulti, altissimo tra i bambini Un buon segno per il futuro.
Un luogo di Milano sopravvalutato?
Il trilatero, s, come si chiama, il quadrilatero della moda. Non capisco questa convergenza sulla vetrina.
E uno sottovalutato?
Corso Monforte, la zona del Conservatorio con i loro cortili.: sono vere gallerie darte a entrata libera.
Cosa le manca della citt quando in vacanza?
Le librerie, la possibilit di scegliere un cinema, un teatro. Le mostre no, a Milano manca un museo darte contemporanea come si deve.
Lei stata definita la scrittrice dei dubbi: che dubbi le fa venire Milano?
La sua ambivalenza: il fatto che mi fa sentire a casa, ma che al tempo stesso non mi somiglia affatto... .



news

13-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news