LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Oltre seimila libri per il Museo del pane
Paolo Bracalini
il Giornale, Milano, 14/9/2004

Ci sar anche un pezzetto di pagnotta egizia, trovata nella tomba di un antico faraone, un po' invecchiata e indurita, si capisce, ma ancora in perfette condizioni. Poi una biblioteca di oltre 6 mila volumi, nuovi, antichi o antichissimi (alcuni di quattrocento anni), dove imparare tutto e di pi sull'arte bianca, sfogliando manuali del moderno panificatore o ricettari a base di mollica, lezioni trascritte dei pi famosi maestri fornai del '900 o dotti trattati Sui fattori che influiscono sul sapore e sull'aroma del pane, serissime monografie come quella britannica sulla chimica del macarone o sulla congelazione rapida, dispute ante litteram tra panettieri di Milano e consumatori inferociti dai prezzi, come Gli esercenti di fronte al problema della vita cara, anno 1925, dell'ing. Arnaldo Luraschi, milanesissimo presidente dell'Associazione nazionale panificatori dal 1916 al '45. Porta il suo nome, panificatore figlio di panettieri milanesi, bibliofilo oltrech panofilo, il fondo di 3190 libri custodito dalla Biblioteca Comunale Sormani e prestato, per i prossimi venti anni, al nuovo Museo del pane che nascer in autunno negli ex caselli daziari di Porta Venezia. L dove fino a pochi mesi fa campeggiavano megacartelloni pubblicitari, anche grazie ai soldi ricavati da quella stessa pubblicit (100 mila euro al mese) che oscurava le facciate neoclassiche, l'Associazione panificatori milanesi ha potuto ristrutturare (10 miliardi di vecchie lire la spesa finale) gli spazi interni e allestire i due edifici per aprire le porte, Ira poco, della Casa del pane.
Un museo (a ingresso gratuito), un tempio della farina e del lievito, una universit del grano per educare alla cultura del pane, per gli studiosi di alimentazione o per gli storici, per i curiosi e golosi che vogliano approfondire la scienza del forno, oppure per i panettieri che vogliano farsi una cultura e aggiornarsi. Al secondo piano del museo, ci sar una esposizione permanente con strumenti e macchinari d'epoca - un forno d pietra antichissimo, macchine impastatrici, un banco da lavoro per impastare a mano e altri strumenti del mestiere -, centinaia di forme di pane (pani veri) delle varie regioni italiane e di Paesi stranieri. E poi una sezione interattiva con computer e ambientazioni virtuali che ricostruiscono il ciclo produttivo del pane, dal grano al forno, per spiegare come si fa, come si cuoce, da dove arriva, perch fondamentale nella nostra alimentazione, per illustrarne al storia dal neolitico al panzarotto, fino a immergere - virtualmente - il visitatore nella farina.
La biblioteca sar invece al terzo piano. Oltre al fondo Luraschi, nella raccolta del museo ci sar anche quello di Antonio Marinoni, presidente dell'Associazione panificatori milanese. Un'infornata di altri 3000 titoli tra riviste d'epoca, periodici e libri, raccolti in 45 anni di lavoro e di passione. Insieme, i due fondi costituiranno la pi importante raccolta di settore in Italia, a disposizione del pubblico. Alcuni libri, quelli pi recenti, potranno anche essere presi in prestito dai lettori, altri saranno consultagli solo in sede.
Stiamo facendo una valutazione del materiale - dice Anna Maria Rossato, direttore della Biblioteca Sormani -, per dare all'associazione una precisa scheda tecnica con le modalit di fruizione di ogni libro. un passo essenziale nel servizio che vogliamo dare ai milanesi con questa iniziativa.
Al piano terra, quello che Antonio Marinoni considera il suo capolavoro diplomatico. Una sede per l'Accademia della Crusca, la prestigiosissima associazione culturale, che per la prima volta in cinquecento anni di storia esce da Firenze per sbarcare a Milano. I cruscanti avranno un ufficio a disposizione, per riunirsi periodicamente e seguire pi da vicino i milanesi con le iniziative per la salvaguardia del buon italiano, che come il pane fa quotidianamente parte della nostra vita, E una unione che ha radici profonde, e mi rende particolarmente orgoglioso - spiega Marinoni -. Il simbolo dell'accademia della Crusca infatti una pala da fornaio, il "frullone", lo strumento che si adoperava per separare il fior di farina, cio il buon italiano, dalla crusca, dai dialetti. Questo il significato: perch il buon pane, fatto a regola d'arte, cultura come lo il buon italiano.
Nel secondo casello ci sar invece una scuola di aggiornamento per panificatori. Corsi di alto livello, tenuti dai massimi esperti chiamati da tutta Italia e anche dall'Europa, per svelare ai fornai di Milano i segreti del pane e del dolce d'autore.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news