LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

GROSSETO. TIRRENICA. «Non distruggete questo ecosistema»
GIOVEDÌ, 02 SETTEMBRE 2010 IL TIRRENO - Grosseto



Anche l’associazione Procosta chiede chiarezza sul tracciato della Tirrenica, preoccupata per la laguna



Il presidente Giuliano Paolini: «Già il cantiere sarebbe una tragedia»






Anche l’associazione Procosta chiede chiarezza sul tracciato dell’autostrada Tirrenica che, a dire il vero, da anni cambia a intervalli più o meno regolari: sull’Aurelia, a monte, a metà strada, magari anche... in mezzo al mare. «Il corridoio autostradale tirrenico, da anni allo studio - scrive il presidente Giuliano Paolini - sta per essere realizzato ma non è più chiaro secondo quale tracciato. Ora si prospetta l’eventualità che quanto già approvato dalla delibera Cipe subisca una variante e la Tirrenica sia realizzata tra la Laguna di Orbetello e le colline (fronte Laguna) ad Est della cittadina. In questa sede sarebbe devastante l’impatto nel paesaggio, nel delicato ecosistema a danno della biodiversità e a favore delle forme parassitarie e nell’equilibrio idrogeologico del bacino lagunare e delle colline adiacenti».
«Il bacino orbetellano è inserito nei siti di interesse comunitario e appartiene alla Ramsar List (elenco delle zone umide di importanza fondamentale) con tutte le direttive e i vincoli che ne conseguono. Ogni modifica di tracciato elaborata per ridurre i costi immediati di costruzione sarà un risparmio per la società privata Sat o per l’erario, pagato a caro prezzo dal punto di vista paesaggistico e ambientale da un lato e da quello socioeconomico dall’altro: già dall’apertura dei cantieri il nostro territorio sarebbe ridotto a mera zona di transito verso destinazioni più meritevoli che avranno saputo salvaguardare meglio il proprio patrimonio naturalistico».
«Tra la laguna e i versanti collinari, in una striscia di terra larga al massimo 2 km circa, potrebbero essere realizzate 4 corsie regolamentari di autostrada con spartitraffico, 2 corsie di emergenza, le relative strade complanari a valle e a monte, le due piste ciclabili oltre ai già presenti binari della ferrovia. Sarebbe veramente doloroso e poco allettante pedalare lungo l’agognata ciclabile della Strada dei Parchi, progettata dove oggi c’è l’Aurelia e vedersi circondati da lingue di asfalto e dover spiegare ai nostri figli che al posto dei viadotti un tempo c’erano colline di macchia mediterranea e una laguna viva e frequentata da numerose specie animali che svolgevano il loro ciclo vitale nel silenzio di un ambiente protetto in ogni forma, perfino dall’inquinamento luminoso ed acustico».



news

26-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 26 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news