LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LUCCA. Mura, nuova cura contro gli arbusti sul paramento
ALESSANDRO PETRINI
GIOVEDÌ, 02 SETTEMBRE 2010 IL TIRRENO - Lucca




Il procedimento congela le radici e le piante spariscono Esperimento in corso fuori Porta Elisa



Per rendersi conto di cosa si tratta basta andare fuori porta Elisa dove a una decina di metri sulla destra, in basso, si trova un punto delle Mura di un rosso vivo e privo di erbacce. Un fazzoletto di poco meno di un metro quadrato dove a primavera è stato testato un metodo rivoluzionario per pulire l’intero monumento. La novità arriva dalla Germania ed è arrivata a Lucca dopo aver pulito altre cinte murarie in giro per l’Europa.
In pratica si tratta di un procedimento che congela le radici delle piante senza utilizzare sostanze chimiche e senza intaccare il paramento esterno. I vantaggi sono indiscutibili perché non si è costretti a dover estirpare le piante una per una con il rischio di danneggiare qualcosa ma soprattutto perché il trattamento dura all’incirca sette o otto anni e quindi dà risultati duraturi. La controindicazione è il prezzo visto che si parla di circa 4 milioni di euro per l’intera cinta muraria. Una spesa non indifferente che però sarebbe ammortizzata di anno in anno. L’altro aspetto che pone qualche interrogativo è quello estetico - ed è paradossale - perché questa tecnica toglie anche la patina scura portata dal tempo e dall’inquinamento riportando il tutto al rosso mattone originario. Un “rosa confetto”, come lo definisce il presidente dell’Opera delle Mura Francesco Colucci, usuale per i lucchesi del Rinascimento ma non per quelli del 2010, che dovrebbero aspettare almeno tre o quattro anni di smog e di agenti atmosferici per rivederlo con i colori attuali. Ciò che è certo è che questa rimane un’opzione da prendere in considerazione ma da valutare attentamente sia con l’amministrazione comunale che con la Sovrintendenza.
Intanto il 15 settembre il consiglio di amministrazione dell’Opera delle Mura si riunirà per un consiglio tematico sul recupero e il restauro dell’intero monumento. Colucci non nasconde che per interventi importanti sia necessario trovare finanziamenti e per questo ha intenzione di sviluppare la comunicazione realizzando un dvd con dieci minispot da 30 secondi, che illustrino le criticità e la necessità dei lavori per il ripristino, che possano catalizzare l’attenzione di sponsor, fondazioni e grosse imprese. Per questo, conclude Colucci, «è fondamentale avere progetti esecutivi pronti sui quali chiedere i contributi». Un punto sul quale bisognerà fare dei passi in avanti poiché attualmente c’è soltanto un progetto unitario per il recupero della Casa del cane e della Casa del boia, entrambe nella zona dei Bacchettoni.
«Un intervento complessivo da circa un milione e mezzo di euro che però si potrebbe decidere di scindere per renderli più facili da realizzare in due momenti distinti.



news

21-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news