LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

FOLLONICA. L'ex Ilva è del Comune pronti i progetti per la trasformazione
02-09-10, IL TIRRENO Grosseto




Paola Villani
L’area dell’Ex Ilva è ufficialmente tornata al Comune di Follonica: per adesso si tratta di una concessione di 50 anni, ma la speranza è che l’acquisizione diventi presto definitiva. Cinque ettari di terreni, con svariati edifici storici, che da metà agosto sono passati al patrimonio cittadino, e che a breve vedranno anche una nuova luce. Sull’area dell’ex Ilva infatti i progetti sono molti, a partire da quello imminente che prende vita dai finanziamenti regionali del Piuss, Piani intergrati di sviluppo urbano sostenibile, che dovrebbero essere attuati entro il prossimo 2013. Piani che prevedono la ristrutturazione della Fonderia uno, la Fonderia Due, e del Museo del Ferro, e successivamente anche quella dell’Ospedaletto. Chiaro è che questa valorizzazione degli edifici esistenti dovrà essere seguita anche da una trasformazione dell’ambiente circostante: maggiore cura degli spazi verdi ma anche una nuovo assetto degli altri fabbricati, in alcuni dei quali vivono ancora delle famiglie. Lo spostamento di queste persone in altri appartamenti è quasi scontato: dopo che l’area dell’ex Ilva avrà acquistato nuova luce, diventando il fulcro vitale della città, e punto di passaggio tra la passeggiata del centro, via Roma e viale Italia, e il parco Centrale, che sorgerà nei terreni dell’ex ippodromo, difficile pensare che all’interno vengano lasciate delle abitazioni. «La convezione di 50 anni è un passaggio intermedio - ha spiegato l’assessore al bilancio Donatella Rapezzi - aspettiamo di avere il testo definitivo del Federalismo Demaniale. A settembre avremo un nuovo incontro con il Demanio per studiare le modalità del possibile passaggio gratuito dell’area. Il nostro obiettivo è questo, con il Piuss e i progetti su quell’area». Sarà adesso il Comune quindi a riscuotere gli affitti, se pur minimi, delle case all’interno dell’Ilva, e sempre l’amministrazione sarà l’Ente che se ne dovrà occupare. Sfuma invece almeno per ora il progetto dello spostamento della caserma della Guardia di Finanza, nello stabile dove ora si trova la Tenenza dei Carabinieri: l’edificio di via Bicocchi che presto sarà lasciato libero dall’Arma, con la costruzione della caserma alla 167 Ovest, rimarrà nelle proprietà dell’amministrazione. «Per impossibilità della Finanza per ora il trasferimento non ci sarà - continua la Rapezzi - qualora però ce lo chiedessero noi non avremmo problemi».



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news