LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Arezzo. Alla vigilia del centenario Vasari resta sequestrato
La nazione – Toscana e Liguria 1/9/2010

Avesse mai immaginato il baillamme che ne sarebbe nato cinque secoli dopo, chissà come il grande Giorgio Vasari, biografo principe degli artisti del Rinascimento, avrebbe vergato il suo testamento. Fatto sta che siamo alla vigilia del centenario della nascita, che ricorre nel 2011, e ancora nessuno riesce a immaginare se finalmente saranno esposte al pubblico le pregiatissime carte contenute nell'Archivio di Casa Vasari, come pure era stato promesso. Per ora è tutto sotto sequestro giudiziario e per vedere anche un singolo documento bisogna ottenere l'autorizzazione del Gip di Roma che ha firmato il provvedimento. Difficile capire se in queste condizioni si possa organizzare una mostra di carte che pure sono degli autentici bijoux per gli appassionati: un sonetto autografo di Michelangelo, le lettere fra lui e il Vasari, la corrispondenza fra Giorgio, i papi e i granduchi dell'epoca, un autoritratto, persino la corrispondenza con Annibal Caro, primo traduttore in italiano dell'Eneide e tormento per generazioni di liceali costretti a studiare la sua versione arcaica. Conviene ricapitolare. Esattamente un anno fa, in settembre, il conte Giovanni Festari, proprietario dell'archivio, vende tutto ai russi di «Ross Engineering» per l'astronomica somma di 150 milioni di euro. Firma per lui a Mosca il procuratore Enrico De Martino. Ci sarebbe, è vero, il diritto di prelazione che lo stato sembra poco disposto ad esercitare, ma in aprile, dopo una serie di disavventure degne di un romanzo di appendice, entra in campo, su sollecitazione del ministero dei beni culturali, la procura di Roma, che ipotizza la truffa aggravata ai danni dello stato, chiedendo e ottenendo dal Gip il sequestro delle carte, chiuse dentro un armadio metallico a Casa Vasari, nel centro storico di Arezzo. Secondo i periti calligrafici, la firma sulla procura che il conte Festari ha rilasciato a De Martino (indagato) sarebbe falsa. In sostanza, tutto l'affaire sarebbe servito a costringere lo stato a sborsare una cifra mai vista o subire la perdita di un capitale culturale di straordinario valore. Gli eredi Festari (il conte è morto nel frattempo) e i loro legali negano tutto. La battaglia legale si annuncia lunga e complessa. Difficile pensare che la procura capitolina chiuda tutto e liberi l'archivio in pochi mesi. Per la mostra insomma ci vorrà l'autorizzazione del magistrato: è possibile o le carte resteranno nell'armadio come sempre?



news

26-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 26 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news