LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia. E’ caccia alle cause del rogo alla Salute
Manuela Pivato
Nuova Venezia 1/9/2010

Quattro periti per l'incendio del Seminario alla Salute. Ieri, nell'ufficio del pm Rita Ugolini, sono stati nominati i consulenti che dovranno accertare le cause del rogo che, domenica sera, ha danneggiato il sottotetto dell'edificio patriarcale. Aperto un fascicolo per incendio colposo. Le tele del Tiziano hanno subìto meno danni del previsto.

La Procura ha nominato Alberto Sturaro (che ha fatto anche la perizia sul rogo della Fenice) e Rocco Rella del Cnr e l'ingegner Agatino Carollo dei vigili del fuoco di Treviso mentre l'impresa Sacaim, assistita dagli avvocati Fabio Niero e Alvise Muffato, in qualità di parte interessata ha nominato come consulente di fiducia l'ingegner Giampietro Zucchetta. La Soprintendenza, dal canto suo, ha inviato in udienza una funzionaria che si è riservata di nominare un perito in un secondo momento annunciando inoltre che lo stesso sovrintendente al Polo museale, Vittorio Sgarbi, potrebbe partecipare alle operazioni. I periti avranno novanta giorni di tempo per depositare i risultati. Per lunedì mattina, intanto, è fissato il primo sopralluogo. Al momento non ci sono indagati mentre l'inchiesta passerà al sostituto procuratore Lucia D'Alessandro. A quarantotto ore dall'incendio gli inquirenti non scartano ancora nessuna ipotesi anche se quella dolosa sarebbe la meno accreditata. Gli uomini della Scientifica, infatti, non avrebbero trovato nessun segno di effrazione. Il fuoco, dunque, è divampato perché sarebbe stato usato materiale infiammabile in maniera inopportuna. Come un cannello, ad esempio, impiegato per la saldatura della guaina che gli operai stavano stendendo nel sottotetto. I periti dovranno anche quantificare i danni provocati dalle fiamme. Oltre alle travi bruciate nel sottotetto dell'archivio del Seminario, infatti, va messa nel conto le delicata operazione di messa in sicurezza e restauro delle tre tele di Tiziano che decorano il soffitto della sacrestia della Basilica. Una soprattutto - il «Davide e Golia» è finita sotto il torrente dei 2 mila litri d'acqua (dolce, per fortuna) usati per domare le fiamme. Per quanto riguarda invece il sottotetto, i danni sono abbastanza limitati in quanto lo spazio era vuoto e le travi bruciacchiate dalle fiamme erano comunque da sostituire. Una stima più precisa potrà essere fatta dal Patriarcato una volta che sarà possibile raggiungere l'archivio del Seminario, e cioè quando la Procura deciderà di togliere i sigilli. Intanto i consulenti si metteranno subito al lavoro anche sui campioni prelevati la notte dell'incendio. Da accertare la presenza o meno di liquidi acceleranti per dare più o meno credito all'ipotesi di incendio doloso anche se, come si diceva, l'orientamento è che si sia trattato di un incendio provocato per negligenza o imperizia.



news

26-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 26 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news