LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Louvre-Brera, capolavori in tour
IL GIORNALE articolo di venerdì 03 settembre 2010



di Redazione
Un accordo tra i due musei porterà a Milano opere straordinarie di Piero della Francesca, Leonardo e Raffaello Sanzio. A Parigi andranno in prestito quattro dipinti di scuola vinciana
Le star della storia dell’arte nella città cantiere, atto secondo. È pur vero che il Louvre italiano, al secolo la Grande Brera, per il momento è solo un rendering e servono 100 milioni di euro. È pur vero che il museo d’arte contemporanea firmato dall’archistar Libeskind è un sogno che, giura l’assessore alla cultura, un giorno realtà diverrà. Ed è altrettanto vero che per quest’anno la Milano museale dovrà accontentarsi (ma con i tempi che corrono è grasso che cola) dell’apertura dell’Arengario rinnovato. Per il momento a consolarci ci saranno i capolavori in tournèe, ovvero i Maestri itineranti, nouvelle vague della nostrana politica culturale. Le code per il San Giovanni Battista esposto a Palazzo Marino hanno evidentemente fatto scuola. Dal Comune alla «piccola» Brera il passo è breve e così, grazie a un accordo di reciprocità stipulato tra le due pinacoteche, un fil rouge legherà la città della madonnina con la Ville Lumiere, ovvero il Louvre italiano con quello vero. E se sulla Gioconda i fan di Leonardo si sono ormai messi il cuore in pace, da queste parti arriveranno agli inizi del prossimo anno alcuni pezzi da novanta che potrebbero non farla rimpiangere. Il primo sarà un ritratto femminile di Piero della Francesca che sarà in mostra già a fine ottobre. Il secondo porta la firma del Genio vinciano, ed è un ritratto di dama più noto come la «Belle Ferronière». Il terzo dipinto, che sbarcherà in pompa magna successivamente è un capolavoro di Raffaello Sanzio, «La Madonna col Bambino e San Giovannino» di Raffaello, una delle più celebri Madonne dipinte dall’Urbinate durante il primo periodo fiorentino (1504-1508), detta «La Belle Jardinière». In cambio di questa ricca partita, Brera lascerà partire per la Francia quattro dipinti della scuola leonardesca. Guardando le opere, c’è da giurare che la tournèe susciterà un successo non inferiore a quello di altre dame d’alto lignaggio, come quella con l’ermellino. Per Leonardo del resto, Dan Brown a parte, il tripudio è assicurato anche perchè la modella in questione reca con sè un’allure non meno intrigante di altri personaggi da lui ritratti, spesso pregni di ambiguità e doppi sensi. La «Belle Ferronière» è interessante anzitutto perchè è opera milanesissima, realizzata dal Maestro durante il suo primo soggiorno alla corte di Ludovico il Moro. La titolazione del dipinto -letteralmente «la bella moglie di un mercante di ferramenta» - è dovuta ad un errore di catalogazione del tardo XVIII secolo: «Ferronnière» si riferisce infatti a Madame Ferron, amante di Francesco I di Francia. Ma sulla reale identità dell’affascinante ed enigmatica ragazza, magistralmente ritratta su una tavoletta di 63 centimetri per 45, aleggia ancora una volta il mistero. La giovane era quasi certamente una cortigiana di Ludovico, forse la sua amante Lucrezia Crivelli. Ma più probabilmente si tratterebbe dell’altra amante prediletta del focoso duca sforzesco, quella Cecilia Gallerani moglie del conte feudatario di Saronno Ludovico Carminati che fu già ritratta da Leonardo nella Dama con l’Ermellino. Confrontando i due dipinti, la somiglianza è palpabile. Soddisfattissima dell’accordo, la sovrintendente Sandrina Bandera assicura che le tournèe continueranno. E con loro, probabilmente, i tormentoni sull’utilità di spostare o meno i capolavori dalle loro sedi naturali.



news

26-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 26 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news