LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ABRUZZO - Edifici pubblici passati ai raggi X
IL TEMPO 03/09/2010



VERIFICHE Tecnici al lavoro. All'Aquila chiuso per altre 48 ore il centro storico




Non è il titolo di un film ma il tempo per il quale rimarrà chiuso il centro storico dell'Aquila dopo la nuova ordinanza del sindaco Massimo Cialente. Lo sciame sismico che sta interessando monti Reatini e l'alta valle dell'Aterno non lascia dormire sonni tranquilli nemmeno nel capoluogo, tanto che il primo cittadino e vice commissario alla ricostruzione ha interdetto l'accesso al centro storico chiudendo, contestualmente, i cantieri delle riparazioni delle abitazioni lesionate dal sisma per lo stesso arco temporale. Con un occhio sempre aperto si dorme anche a Montereale, capoluogo dell'alta valle dell'Aterno, dove molte persone hanno trascorso la seconda notte consecutiva in macchina o nelle roulotte. Per ovviare ai disagi, soprattutto delle persone più anziane o dei bambini, sono state montate tre tensostrutture di accoglienza nei Comuni di Montereale, Capitignano e Cagnano Amiterno, mentre Campotosto avrà una struttura differente. Nella mattinata di oggi il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal Prefetto dell'Aquila Giovanna Maria Iurato, ha proseguito il monitoraggio della situazione nei Comuni dell'alta valle dell'Aterno interessati dallo sciame sismico. I rappresentanti dei Comuni hanno espresso il proprio apprezzamento per le iniziative adottate, tra cui anche l'istallazione da parte della Protezione civile regionale di tensostrutture. In questo contesto, è stato richiesto ai sindaci di proseguire lo screening delle situazioni abitative a rischio, anche al fine di disporre di un quadro esatto delle possibili esigenze. Anche in previsione di un abbassamento delle temperature, sono stati individuati alcuni accorgimenti per migliorare le forme di assistenza temporanea già in corso. Inoltre, sono state comunicate le modalità con le quali i Vigili del fuoco, d'intesa con la Protezione civile regionale, assicureranno ai Comuni un contributo per le verifiche tecniche sul patrimonio edilizio, ivi compresi gli edifici scolastici e di rilievo architettonico. Infine, il sindaco dell'Aquila, Massimo Cialente, ha illustrato le misure che, analogamente a quelle adottate il 31 agosto scorso, ha autonomamente disposto per limitare gli ingressi nel centro storico. In tre dei quattro Comuni già dalla serata di mercoledì è iniziata l'opera di montaggio delle tensostrutture: a eccezione di qualche volontario delle squadre regionali di Protezione civile, nessuno degli abitanti, però, vi ha dormito la notte scorsa notte. Si tratta, a eccezione di quella di Campotosto, di tensostrutture simili a quelle utilizzate per le mense nelle tendopoli durante la fase di emergenza del post-terremoto del 6 aprile 2009. Non sono riscaldate e non sono attrezzate specificamente per dormire, specie con le temperature della notte in questo periodo. All'interno, infatti, vi sono solo panche, ma sono state predisposte per chi preferisce non rimanere in casa la notte. A Cagnano Amiterno e Capitignano, i presìdi sono nei campi sportivi della zona. A Montereale la tenda è stata sistemata nell'area di Madonna in Panthanis. A Campotosto, infine, non c'è la tensostruttura, ma una tenda è stata allestita in un'area all'interno del paese dove già esisteno una casetta in legno e un container con servizi igienici. I tecnici della Protezione civile regionale, della struttura per la Gestione dell'emergenza e del Cnr-Itc hanno effettuato le verifiche di vulnerabilità per gli edifici pubblici in muratura di importanza strategica. I sopralluoghi sono stati effettuati nei Comuni di: Montereale, Barete, Cagnano Amiterno e Capitignano. Nei prossimi giorni, in seguito all'esame approfondito dei risultati dei controlli, saranno emessi gli esiti finali di vulnerabilità che verranno utilizzati per eventuali decisioni di chiusura o meno degli edifici in questione. Per le rilevazioni sono state utilizzate le schede di valutazione di vulnerabilità messe a punto dal Gruppo nazionale difesa dai terremoti (Gndt). Le attività di controllo proseguiranno anche nei prossimi giorni nei Comuni più direttamente interessati dallo sciame sismico. Il tavolo comunale di Protezione civile, coordinato dal sindaco dell'Aquila Massimo Cialente e dall'assessore competente Roberto Riga, ha rimodulato, alla luce del nuovo assetto urbanistico della città e del territorio comunale, le aree di attesa destinate alla prima accoglienza della popolazione in caso di evento sismico (le indicazioni sono riportate sul sito internet del commissario per la ricostruzione). G.Ales.



news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news