LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LIGURIA - Porto, la trincea dei comitati "Stop al cemento a Voltri"
NADIA CAMPINI
VENERDÌ, 03 SETTEMBRE 2010 LA REPUBBLICA -





A fine luglio l´approvazione dei nuovi riempimenti, che prevedono un molo per i traghetti e una diga di otto metri a delimitare l´area

Lettera al segretario del Pd, Victor Rasetto, per partecipare al convegno sugli scali del Mediterraneo Per ora nessuna risposta



I COMITATI del Ponente non sono andati in ferie e ora alla ripresa si preparando a dare battaglia contro il riempimento varato a sorpresa dal comitato portuale di fine luglio, secondo la loro definizione «una nuova colata di cemento» di 350.000 metri quadrati davanti a Voltri. E hanno deciso di iniziare dalla festa del Pd, il partito dal quale si sentono «traditi». Per questo Arcadio Nacini, a nome di tutti i comitati, ha scritto una lettera al segretario provinciale Victor Rasetto e gli ha chiesto «di poter partecipare con pari dignità» al convegno il programma il prossimo 12 settembre, nell´ambito della festa sul tema «Il sistema dei porti: strategie europee sul Mediterraneo», al quale parteciperanno rappresentanti delle pubbliche amministrazioni e delle autorità portuali liguri. Per il momento non è ancora arrivata una risposta ufficiale, ma pare che la richiesta abbia creato qualche imbarazzo.
E´ un ferita profonda quella che si è aperta a Ponente, un caso politico che si sta giocando tutto in casa della sinistra e che ancora una volta ha per oggetto il porto di Voltri. «Era il 1998 quando l´Autorità Portuale aveva presentato un progetto di riempimento di 300.000 metri quadri con l´allungamento della diga di 1050 metri verso il centro di Voltri - ricorda Nacini - tutte le delegazioni erano insorte, ci sono state assemblee infuocate, allora c´era Pericu, gli abbiamo dimostrato che quei riempimenti non servivano, oltre a rischiare di danneggiare ulteriormente il Ponente, e tutto era stato bloccato». Da allora i comitati hanno pensato di poter dormire sonni tranquilli, anche perché nel frattempo nel 2001 il Comune aveva votato un piano regolatore che escludeva ulteriori riempimenti a Voltri. E qualche anno dopo anche il comitato portuale aveva ratificato questa impostazione.
Poi è arrivato il progetto del waterfront di Renzo Piano, con un riempimento, ma molto più limitato, 63.000 metri quadrati e una darsena per i traghetti, oltre ad uno spazio per i pescatori. «A questo progetto abbiamo detto sì - ricorda Umberto Mongiardini, del coordinamento comitati del Ponente - perché capiamo l´importanza delle autostrade del mare, inoltre prevedeva anche una soluzione per il riciclaggio delle acque e il collegamento con la passeggiata di Voltri». Il 29 di luglio di quest´anno invece il fulmine a ciel sereno, con l´approvazione di un nuovo progetto, che prevede un riempimento di 345.000 metri quadrati, di cui 44.000 metri quadrati per i traghetti, e con una diga alta otto metri a delimitare il riempimento. «Il progetto è quello di utilizzare i materiali degli scavi della gronda per questo riempimento - racconta Carlo Calcagno - un´ulteriore beffa, perché significa che arriveranno su Voltri altri migliaia di camion, quando già oggi il Vte tra entrate e uscite porta un movimento di 4390 camion al giorno. E se andiamo a vedere il piano di zonizzazione acustica scopriamo che ovunque ci sono già sforamenti, nonostante le barriere antirumore che le autostrade stanno montando in diverse zone. « «Ma questa volta noi non ci stiamo - conclude Nacini - e siamo pronti a dare battaglia».



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news