LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TOSCANA - PISA. L’Europa scommette sulla Torre Pendente per rilanciare il turismo
CARLO VENTURINI
il Tirreno, 03 settembre 2010, Pisa


Con la Tour Eiffel e la Tower Bridge sarà il simbolo del Vecchio Continente Entusiasta il sindaco: «Accostati a metropoli»


La Torre di Pisa diventa il simbolo del rilancio del turismo in Europa e sarà in compagnia di altre due prestigiose torri che sono quella Eiffel e la Tower Bridge di Londra.
Questo «tris turrito» è al centro di un progetto dell’Unione Europea che prevede la realizzazione di un banner e di un sito dove appunto le tre torri si ergono a faro di un coordinato rilancio del turismo. «A fine anno - dice il sindaco Marco Filippeschi - ci sarà un importante meeting a Malta proprio su questo argomento e noi ovviamente parteciperemo di concerto alla Regione Toscana ed assieme alla Sat ed alla Provincia».
Il primo cittadino non è apparso sorpreso dalla notizia perché ha aggiunto: «Siamo in contatto da diversi mesi con il vice presidente della Commissione europea Antonio Tajani per questa ed altre iniziative». Ritornando alla notizia del banner per le tre torri, comparsa qualche giorno fa sul Financial time, la Tour Eiffel, la Torre di Pisa e Tower Bridge verranno offerti al turismo mondiale sotto un unico banner e sito web come gonfaloni di una sorta di «etichetta dell’eccelenza» europea nel campo storico artistico ed architettonico.
L’Unione europea infatti ha dovuto incassare una forte riduzione delle presenze turistiche nei paesi membri proprio a causa del blocco dei voli per le ceneri islandesi e quindi è corsa al riparo con una serie di iniziative coordinate e comuni di rilancio del turismo. «Il fatto che la Torre pendente sia presa a simbolo di un rilancio del turismo del Vecchio Continente - continua Filippeschi - ci inorgoglisce perché Pisa, nonostante le sue ridotte dimensioni, viene accostata per importanza e valore a due grandi metropoli come Londra e Parigi».
Il rilancio del turismo europeo passa dunque da Pisa e la più importante iniziativa europea, almeno stando a quanto riportato dal Financial Time, è proprio quella dell’«innalzamento» a simbolo del vecchio continente, delle torri che dovranno essere avvistate dalla Cina, dalla Russia, dall’India e dal Brasile perché, secondo i dati di Bruxelles, sono questi Paesi emergenti (con oltre 7 milioni di visiatori l’anno) a dover essere incentivati a venire in Europa. E visto che di Cina stiamo parlando, il meeting di Malta sarà importante anche per un altro fattore. «A quell’incontro - dice Filippeschi - Pisa continuerà il suo progetto del volo diretto Pisa-Shangay visto che sarà presente il ministro del turismo cinese».
Accomunare le tre torri europee nelle stesse strategie di marketing turistico comporta come rovescio della medaglia anche accentuarne le differenze e le peculiarità. La nostra Torre di Pisa ha diversi record come ad esempio l’essere tra i tre, il monumento più antico risalendo al 1173 oltre ad esser l’unico a far pendere ben 15mila tonnellate di marmo. Ma la Torre di Pisa ha anche il record del prezzo della visita che è di 17 euro. Per la Tour Eiffel ne bastano 8 mentre per le due torri di Tower Bridge ci vogliono quasi 9 euro. La Tour Eiffel ha però il non poco invidiabile palmarès dei visitatori che sono oltre 7 milioni contro i 400mila circa che salgono fino ai 56 metri di altezza della Torre di Pisa, sovrastata anche in altezza, dai 324 metri della cugina ferrosa francese.
La notizia di questa iniziativa europea arriva anche al direttore dell’Apt Roberto Guiggiani che commenta: «E’ una iniziativa di grandissimo valore ed importanza che ci esorta a studiare i modi per sfruttare questa opportunità».
«Ormai il turismo viene sempre più affrontato con strategie coordinate tra i vari Paesi europei - conclude Filippeschi - e noi vogliare essere protagonisti di questa nuova sensibilità che sta attraversando il continente e che ci consentirà di avvicinare meglio e più facilmente nuovi mercati».



news

21-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news