LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA - "Tor Bella Monaca, dove la vita è normale"
FELICIA LOGOZZO
SABATO, 04 SETTEMBRE 2010 LA REPUBBLICA - Roma





Il racconto di una giovane ricercatrice: "Voglio abitare qui, oltre i luoghi comuni"



Vengo dalla Locride: a me interessa solo il parere di chi in un posto ci vive mentre a Roma si dà troppa importanza alla vox populi Ma, pensando al futuro, il mio modello sono le famiglie con bambini che abitano qui

Comprando casa quo, posso avere una stanza in più rispetto alla borgata accanto. Ma com´è possibile che i pregiudizi su una zona arrivino a costare alla gente centinaia di migliaia di euro?



Entro fisicamente per la prima volta a Tor Bella Monaca a metà 2006 quando, ormai studentessa di laurea specialistica in Linguistica, vengo coinvolta in un progetto sui nomi di Roma per un convegno internazionale che si svolgerà nell´aprile del 2007 con un incontro nel teatro di Tor Bella Monaca in cui la stessa sarà oggetto di discussione. Al mio gruppo viene assegnato lo studio dei nomi degli esercizi commerciali.

Cartina in mano, attraverso a piedi per qualche mese le vie del quartiere. Tutte le vie perchè, non conoscendo la zona, non so che su via dell´Archeologia (la famosa strada delle case popolari a torre) non ci sono esercizi commerciali. Faccio il censimento con una collega straniera; il terzo del gruppo, un ragazzo romano che vive a Talenti non se la sente di girare a piedi, ha paura. Nello stesso periodo comincio a fare ripetizioni di latino e greco casualmente proprio a Tor Bella Monaca. Da allora in poi frequento costantemente il quartiere, ho amici che sono cresciuti lì, frequento fuorisede che ci vivono: rientra nella zona di naturale gravitazione di chi vive intorno all´università di Tor Vergata come la Tuscolana, l´Appio Latino, Torre Maura o Torre Spaccata.

Quando arriva il momento di cercare casa per il mio futuro, cerco nella mia zona di gravitazione e mi rendo subito conto che, a Tor Bella Monaca, con lo stesso budget, riesco ad avere un appartamento con una stanza in più. Divento esperta del mercato immobiliare, conosco le quotazioni delle case in tutte le mie zone, per così dire, di pertinenza. Ma mi rendo conto che però su tutto domina il criterio del «si dice», il prestigio che la vox populi assegna, non solo ad un certo quartiere, ma anche ad una specifica via o ad uno specifico palazzo. E la vox populi costa decine o anche centinaia di migliaia di euro ed è importante soprattutto per un romano.
Dopo le ultime sortite pubbliche sul futuro del quartiere, ascolto molte interviste: ascolto le parole delle persone intervistate, il forte accento, l´orgoglio borgataro esibito. So che quello che incuriosisce di una massa di elementi è quello marcato, quel particolare che lo renda interessante. Peccato però che certi intervistati non abbiano niente di più di altri «coatti» di periferia, niente di torbellamonachese semplicemente perchè Tor Bella Monaca non ha niente di speciale rispetto ad altri quartieri di periferia di una grande città e soprattutto, niente di diverso dai suoi quartieri limitrofi.
Sorrido pensando a come il romano tipo si affanna a precisare che vive a Torre Angela, perchè sia chiaro che non è di Tor Bella Monaca; ripenso a quando ho letto per la prima volta l´annuncio di vendita della mia futura casa sulla vetrina di un´agenzia immobiliare: "Tor Vergata, vendesi appartamento"… Di Tor Bella Monaca non c´era traccia.
Sarei un´ingenua se pensassi che questo sia un quartiere senza problemi ma sarei altrettanto ingenua se pensassi di stare fuori da quei problemi comprando casa a Torre Angela. Ecco perché ho deciso di comprare casa proprio qui, tra la disperazione dei miei genitori che vivono in Calabria e di questo quartiere sanno solo quello che si dice in tv e sui giornali.
Per me, che vengo dalla Locride, di un quartiere o di una città mi interessa solo il parere di chi ci vive. Ma non quello della persona più folkloristica o, nel caso di Roma, più "coatta" della città o del quartiere, a me interessa il parere della famiglia «normale» con bambini perché è quello il modello con cui devo confrontarmi per capire come potrebbero vivere la mia famiglia e i miei bambini. E poi mi interessano le statistiche: voglio vedere i numeri parlare e dire se è vero che nella via X si sono verificati tanti più reati rispetto alla via Y tali da giustificare 100 mila euro di differenza per un appartamento, tali da giustificare tutto questo gran dire che ha come oggetto Tor Bella Monaca, la cui sola colpa è aver ospitato persone in condizioni di disagio economico e sociale che scelte politiche hanno voluto allontanare dal centro e concentrare in periferia, piuttosto che assorbire nel nucleo urbano e sociale della città: tutto ciò non giustifica la creazione di certe false mitologie. Io ora vivo qui.



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news