LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VENEZIA "In Parlamento banditi peggiori di lui" Placido scatenato, bufera alla Mostra
ARIANNA FINOS
MARTEDÌ, 07 SETTEMBRE 2010 LA REPUBBLICA - Spettacoli

Il film, presentato fuori concorso, è stato accolto da cinque minuti di applausi


dal nostro inviato
«Ci sono persone che hanno fatto cose peggiori di lui e oggi siedono in Parlamento». Michele Placido presenta il suo Vallanzasca - Gli angeli del male, fuori concorso alla Mostra, accolto da cinque minuti di applausi, e le sue parole scatenano immediatamente una bufera: «Placido abbia il coraggio di dire chi, in Parlamento, dove siedono i rappresentanti del popolo, si è macchiato di nefandezze peggiori degli assassini e delle rapine che sono state firmate dal signor Vallanzasca», dice Stefano Stefani, Lega Nord, presidente della Commissione Affari Esteri e Comunitari. E a lui fa immediatamente eco il deputato Pd Enrico Farinose: «Placido non infanghi l´intera classe politica, piuttosto faccia nomi e cognomi. Parlare di Vallanzasca come un mito significa dare uno schiaffo in faccia ai parenti delle vittime». «Dalle dichiarazioni di Michele Placido che descrive Vallanzasca come un eroe, un mito, un uomo seducente che non ha mai ucciso persone inermi ma, aggiungiamo noi, poliziotti colpevoli di fare solo il proprio dovere», aggiunge il sottosegretario ai Beni Culturali Francesco Giro, «credo che sia molto difficile per questo film ottenere il finanziamento pubblico del Ministero così come è stato richiesto, ma finora non valutato». E il leghista Davide Cavallotto si spinge a chiedere che i proventi del film vadano alle associazioni dei parenti. Che protestano allo stesso modo per l´immagine che Placido ha dato del bandito, condannato a quattro ergastoli per omicidi, rapine, sequestri ed evasioni. Placido, alle associazioni delle vittime dice: «Rispetto il vostro dolore. Essendo un vero italiano, che ha studiato al collegio dei preti e fatto il poliziotto, non amo uno come lui. Ma da artista mi interessava raccontare la parte oscura di questo criminale. Vallanzasca è troppo bello? E´ stato questo il suo mistero. Ma è possibile che rappresenti il pericolo numero uno in Italia dal dopoguerra a oggi? Ci sono stati anni di stragi mafiose e terrorismo che hanno sconvolto il nostro paese. Lui ha le sue colpe, le ha pagate e sta ancora in galera».
Insomma, Placido non ci ripensa: «Vallanzasca è ancora meglio di come l´ha descritto Kim. Aveva la capacità di sedurre, oltre a essere simpatico. E aveva una grande etica criminale, non si è mai venduto al terrorismo o alla mafia. Si è sempre addossato la responsabilità per i crimini della sua banda, anche quando non li aveva commessi lui». E Kim Rossi Stuart, che interpreta il bandito nel film: «Era, innegabilmente, ancora più bello di me. Perché negli Stati Uniti un cattivo può essere bello e invece Italia deve avere caratteristiche lombrosiane? Abbiamo affrontato con onestà questo personaggio. Vallanzasca non è il male assoluto, non è uno stragista o un mafioso. Ci possono essere aspetti positivi anche in un assassino. Ieri mi venivano in mente le parole di Rosaria Costa Schifani, vedova di uno degli agenti ucciso a Capaci, che ai funerali disse: "Vi perdono ma voi dovete cambiare". Renato Vallanzasca è un uomo che ha avuto il coraggio di cambiare: ha scontato quarant´anni di carcere e fatto i conti con la sua follia». Il ritratto di Vallanzasca offerto da Placido non ha convinto nemmeno due degli sceneggiatori originali del film, Angelo Pasquini e Andrea Purgatori: «Ho ritirato la firma, insieme a Angelo Pasquini, come sceneggiatore dal film su Vallanzasca perché Placido non ha fatto quello che avevamo scritto noi», ha detto Purgatori, «Il film che ho visto io dopo il montaggio mi sembra solo sparatorie, del personaggio Vallanzasca si parla alla fine molto poco».



news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news