LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PIEMONTE - La sfida di Dall´Ongaro "Compongo musica per raccontare storie"
SUSANNA FRANCHI
MARTEDÌ, 07 SETTEMBRE 2010 LA REPUBBLICA - - Torino

Credo che la narrazione renda più partecipe l´ascoltatore e meno incomprensibili i brani di autori contemporanei

Torino ha un sistema musicale davvero unico Per questo ho dedicato un pezzo a MiTo e al direttore Restagno


«Per me comporre vuol dire raccontare storie, figure, avvenimenti che possano accadere ad ognuno di noi. Si accusa spesso la musica contemporanea di essere frammentaria e di difficile comprensione, io credo che la narrazione, l´idea di una storia possano rendere più partecipe l´ascoltatore». Così Michele Dall´Ongaro racconta il suo lavoro di compositore: a lui è dedicato il concerto di questo pomeriggio alle 17 al Piccolo Regio. Ingresso gratuito per ascoltare l´Ex Novo Ensemble guidato da Marco Angius con il soprano Sonia Visentin e la regia sonora e live electronics di Alvise Vidolin, in programma "Grimoire", "Danni collaterali", "Variazioni su nulla", "Mise en abyme", "Zero" e la prima assoluta di "Festschrift".
Dall´Ongaro, nei brani in programma oggi ci sono omaggi o citazioni di Schubert o Petrassi: qual è il rapporto di un compositore di oggi con i Maestri?
«La musica ha un senso se si forma una comunicazione tra chi la fa, chi la ascolta, chi la suona, e così anche il dialogo con il passato è fondamentale, deve essere un dialogo aperto, un riconoscersi in un unico solco comune. Senti un brano di Beethoven e pensi a cosa anni dopo ha fatto Bartok, non ci sono fratture. Stasera a MiTo suona Pollini. Beh, recentemente gli ho sentito suonare nello stesso concerto Schoenberg e Chopin: sembrava che Chopin rispondesse a domande fatte da Schoenberg sovvertendo ogni cronologia! Ogni musica porta in sé la capacità di dialogare con sé stessi ma anche con quello che è avvenuto prima e avverrà dopo».
Un altro "problema" della musica contemporanea è il trattamento della voce, in "Grimoire" c´è un soprano che canta in una lingua strana. Che lingua è?
«È una lingua completamente inventata e che non ha alcun significato. È una piccola scena lirica, un incantesimo con una sorpresa finale per la quale ho scelto volutamente una lingua inesistente perché così posso liberare la voce dalla schiavitù del significato».
In "Danni collaterali" c´è un vero e proprio racconto...
«Sì, un compositore può imparare anche dai racconti di Pirandello o di Poe. In questo brano c´è un personaggio che si sente solo, è triste, offeso, sente che gli altri non lo capiscono, sono distanti. Così all´inizio il violoncello è inconciliabile con gli altri strumenti, poi, a poco a poco, l´uomo comincia a mettersi nei panni degli altri, gli altri cominciano a capirlo e quella che prima era una frammentazione, diventa un insieme».
Lei è romano, ma è anche il sovrintendente dell´Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, quindi è torinese "per lavoro": come giudica la Torino musicale?
«Torino ha la vocazione ad essere capitale, così l´offerta musicale che propone è vastissima ed articolata, dalla produzione alla didattica, alla diffusione. In quale altra città c´è una rete, un sistema musicale come a Torino? Per questo il brano "Festschrift" è un omaggio a MiTo ed è dedicato al suo direttore artistico Enzo Restagno: un festival come questo ha fatto tantissimo per la musica contemporanea e io, come compositore, esprimo la gratitudine di tutta la mia categoria».



news

21-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news