LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La villa romana del Poggio: un tesoro a portata di mano
07-09-2010 WWW.MODENAQUI.IT




Portata alla luce da Francesca Guandalini si trova a pochi passi da Sassuolo
Francesca Guandalini, modenese, classe 1975, professione archeologo, sposata con un figlio, guarda con orgoglio il sito dove sorgeva una antica villa romana, sopra le colline che dominano la citt di Sassuolo, nella localit Il Poggio vicino al castello di Monte Gibbio.
Grazie ad un paziente lavoro, prima su antichi testi e poi raccogliendo le voci delle persone che abitano in quel posto, alla fine riuscita a fare riemergere dalloblio del passato questo importante traccia del passato.
Tanto importante, che il Comune di Sassuolo, ha deciso di valorizzare i pavimenti a mosaico della villa.
Nei prossimi mesi il sito dovrebbe essere ricoperto da un tendone, che permetter proteggere i ritrovamenti e nello stesso tempo laccesso dei turisti.
Ma torniamo a parlare di Francesca Guandalini e di come nata la sua passione per larcheologia e per il lavoro (duro) dellarcheologo.
Con quale criterio avete cominciato a scavare proprio qui a Monte Gibbio? Sapevo che ci potevano essere le tracce di una villa romana, su queste colline, tanto da farne la tesi del mio dottorato.
Ma abbiamo cominciato a scavare proprio in questo punto grazie allaiuto della gente del posto.
Mentre aravano il campo vedevano emergere del materiale, come laterizi, frammenti di ceramica.
Quindi anche grazie alla direzione scientifica della Soprintendenza per i beni archeologici dellEmilia Romagna, nelle persone del dottor Luigi Malnati e del dottor Donato Labate, abbiamo potuto cominciare i lavori in uno dei pochi siti di ricerca in Italia.
E normale trovare una villa romana nelle nostre colline? No sicuramente, la particolarit di questa villa che fu distrutta, da un terremoto che la fece sprofondare e quindi scomparire dalla vista.
C inoltre un insediamento pluri stratificato.
Quindi con le nostre ricerche possiamo stabilire che una parte riferibile ad una villa di un certo pregio, con mosaici importanti, risalibile allet Augustea.
Ma prima ancora possiamo affermare, che era anche un luogo di culto, risalente allepoca repubblicana.
Poi con il passare del tempo, possiamo anche dire che si sono sovrapposte altre costruzioni risalenti al sesto secolo D.C., parliamo per di abitazioni rustiche.
Si prevedono ulteriori scoperte di cos importante nella nostra provincia? Quando si scava tutte le ricerche sono importanti, nel senso che pi si scava, pi si trova.
Quindi potremmo dire che ci possono essere altri insediamenti.
Voglio cogliere loccasione per ringraziare il proprietario del terreno, che ci ha permesso di lavorare, inoltre ringrazio anche le persone del posto con cui si creato un bel clima di collaborazione.
Mi spieghi con che attrezzi lavorate allo scavo...
Abbiamo lavorato con vanga, badile, piccone e cazzuola, per fare emergere la villa.
Poi siamo passati al lavoro di catalogazione, perch ci siamo trovati di fronte a pi strati, che dovevano essere tutti divisi e catalogati e puliti.
Per questo ci vuole molto tempo. Come nata questa passione per una materia cos importante? Mio padre un grande appassionato di storia.
Fin da piccola, quando andavo in vacanza con il mio pap, andavamo a visitare siti archeologici e musei.
Quindi posso dire che la passione nata fin da piccola, ed proseguita negli anni, fino a sfociare nella laurea in lettere classiche, poi il dottorato di ricerca in archeologia con la specializzazione.
Dove le piacerebbe fare delle ricerche in Italia? Vorrei tanto lavorare nellItalia meridionale, perch sicuramente ci sono reperti archeologici veramente importanti ancora da scoprire per la storia.
Se invece potesse andare allestero dove vorrebbe andare? Mi piacerebbe scavare in Grecia, ma anche in Turchia.
Sono due nazioni che dal punto di vista storico mi affascinano e mi interessano molto.
Si parla molto di castelli e e ruderi di castelli nella nostra provincia.
Lei pensa che si possano trovare dei reperti interessanti? Naturalmente ci sono molte probabilit di trovare qualcosa dinteressante.
Esiste anche un progetto di valorizzazione su queste antiche vestigia del passato.
Credo che sia un progetto, partito da una idea dellarchitetto Vincenzo Vandelli.
In Italia dove si trovano i siti pi importanti per i ritrovamenti? Il sito pi importante quello sicuramente di Roma, dove tutto parla di storia, ma questo un mio personale punto di vista.
Dal punto di vista finanziario, il settore archeologia penalizzato? Un disastro totale.
Siamo il fanalino di coda per quanto riguarda gli stanziamenti.
Questo vale anche per la Soprintendenza, che non ha pi neanche i fondi per fare girare le autovetture.
Per questo molti di noi sono stati costretti ad aprire la partita Iva.
Ma anche in questo caso i pagamenti vanno a rilento.
Se poi mi vuole chiedere se guadagnamo molto, le rispondo che possiamo paragonarlo allo stipendio di un operaio specializzato.
Per facciamo un lavoro che ci piace e lavoriamo allaria aperta.
In questo lavoro, sono pi le soddisfazioni o le delusioni? Diciamo le soddisfazioni, per per molti aspetti veramente dura...
Col senno del poi, non consiglierei questo lavoro a nessuno.
Finiti gli scavi in questo sito dove andr? Questo uno scavo di ricerca, che termina alla fine di settembre e che occupa anche degli studenti.
Terminato, io e i miei colleghi, ci dedicheremo a dei lavori pi remunerativi, legati alle opere pubbliche.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news