LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PISA. Una firma per salvare Coltano. Ma il trasferimento della palazzina al Comune bloccato
GIANNI PARRINI
MARTED, 07 SETTEMBRE 2010 IL TIRRENO - Pisa




Coltano s, no, forse. Lannosa vicenda legata al recupero della stazione telegrafica fondata da Guglielmo Marconi nel 1911 e oggi ridotta a un rudere, continua a impegnare il Comune e il Fondo per lambiente italiano (Fai) che ha dato avvio a una raccolta di firme per sbloccare limpasse burocratica che impedisce qualsiasi intervento di recupero.
Ma andiamo con ordine. Da tempo lamministrazione si dice interessata ad acquisire la disponibilit del bene, che appartiene al demanio, per avviare un valido progetto di valorizzazione.
Avevamo gi fatto domanda di concessione allo Stato, anche per capire limporto di un eventuale canone - spiega lassessore al patrimonio Andrea Serfogli - Poi si presentata lopportunit di un trasferimento non oneroso grazie al decreto legislativo sul federalismo demaniale e quindi abbiamo preso tempo.
Un primo elenco ufficiale (ma provvisorio) dei beni papabili gratuitamente dagli enti locali stato pubblicato dallagenzia del demanio a fine luglio: vi compaiono le aree verdi di Coltano, ma non la palazzina che ospitava limportante centro di comunicazioni. Limmobile coperto da un vincolo storico-artistico e ci ha impedito linserimento in questa prima lista - spiega Serfogli - Il provvedimento fu adottato allinizio degli anni 2000 per evitare la cartolarizzazione del bene.
La misura che mirava a salvaguardare il bene a favore della collettivit ora rappresenta il maggiore ostacolo per un suo trasferimento al Comune, indispensabile per il recupero. C comunque una possibilit - spiega Serfogli - Larticolo 112 del decreto sul federalismo demaniale prevede che in presenza di adeguati programmi di sviluppo culturale anche i beni coperti da vincolo possano essere trasferiti. Abbiamo gi avuto un primo incontro con i tecnici dellagenzia del demanio proprio su questo aspetto e la prossima settimana ci incontreremo di nuovo. Entro il maggio 2011, quando il trasferimento sar effettivo e definitivo, contiamo che la vecchia stazione di Marconi sia nella disponibilit del Comune.
Per accelerare il passaggio, anche il Fai si messo in moto con una raccolta di firme: Ogni anno la nostra associazione organizza un censimento nazionale per attirare lattenzione degli italiani sui luoghi di pregio e di interesse presenti nel nostro Paese, che versano in condizioni di abbandono - spiega Annamaria Tomassi, capo della delegazione Fai di Pisa - I siti che ricevono pi segnalazioni saranno seguiti dal Fai, al fine di favorire e velocizzare i progetti di recupero.
Al momento la stazione di Coltano in 26 posizione in questa speciale classifica, ma non sono ancora considerate le firme che abbiamo raccolto di persona durante le iniziative organizzate questa estate, spiega Tomassi. Per partecipare al censimento necessario collegarsi al sito www.iluoghidelcuore.it. Per votare c tempo fino al 30 settembre



news

06-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 6 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news