LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze, Musei. il custode finisce a fare anticamera
Raffaella Galamini
Il nuovo corriere fiorentino7/9/2010

A maggio l'arrivo di cinquanta nuovi assunti, ma nel frattempo in tanti hanno già preso posto in ufficio

FIRENZE - Lenta ma inarrestabile. L’emorragia di custodi dalle sale dei musei prosegue e l'entrata in servizio, il 12 maggio, dei nuovi assunti con qualifica di assistenti alla vigilanza per sopperire alla grave carenza di personale di custodia è riuscita a tamponare fino a un certo punto la situazione. I nuovi assunti sono oltre 50 unità. Hanno superato una durissima selezione; i più, oltre a un brillante voto, sono anche super laureati. Arrivano i nuovi assunti e i vecchi custodi lasciano, letteralmente, il posto a loro. Già perché, si sono aperte subito le prime possibilità di passare in ufficio. E nel giro di pochi mesi hanno cambiato di mansione una decina di persone. Quest'estate è stata nel complesso felice per il polo museale rispetto al passato - fa notare Learco Nencetti della segreteria regionale Confsal Unsa beni culturali -. Non sono state chiuse sale e non sono saltate le ferie: tutti segnali positivi a livello di gestione. L’ingresso dei nuovi assunti si è sentito, anche se mancano ancora almeno una ventina di persone per coprire tutte le carenze d’organico. Preoccupa il fatto che nel giro di pochi mesi 10 persone hanno lasciato le sale per gli uffici. E a fine anno un'altra decina, secondo le previsioni, andrà in pensione. La situazione, quindi, seppur migliorata sembra avviarsi verso un'ulteriore criticità se continuerà il passaggio dalle sale alle scrivanie dei custodi con pi titoli ed esperti. I primi atti, in tal senso, sono arrivati appena dodici giorni dopo l'insediamento dei nuovi assunti. E nel giro di un mese quattro custodi avevano già lasciato le sale per passare negli uffici di segreteria della sovrintendente. L'anno passato ne erano già entrati tre e altri tre ancora prima, ricorda Nencetti. Poco dopo altri due custodi hanno cambiato di mansioni di ufficio. Agli inizi del mese di luglio un nuovo bando per un custode da inserire per l'area di vigilanza nell'anticamera della segreteria della sovrintendente: da oggi prende servizio. E' un custode della galleria dell’Accademia. E' di ieri la richiesta della rsu di affrontare il tema della sicurezza e dell'apertura dei musei, causa carenza di personale, nel prossimo incontro che i sindacati avranno con la sovrintendente Cristina Acidini il 21 settembre. E proprio alla Acidini Learco Nencetti lancia un appello: non sprechi le risorse appena arrivate: meglio una sala aperta in più che un custode nei suoi uffici, o in anticamnticamera. Ci pensi dottoressa.



news

21-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news