LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TOSCANA - GROSSETO. «Mostri edilizi a Marina»
MERCOLEDÌ, 08 SETTEMBRE 2010 IL TIRRENO - Grosseto



Grosseto. In arrivo il nuovo regolamento urbanistico, il sindaco Bonifazi parla chiaro



Non saranno più permesse speculazioni sul territorio


«A Marina di Grosseto sono stati realizzati mostri edilizi, non lo permetteremo più». Interviene con durezza, quasi a volersi togliere qualche sassolino dalle scarpe, il sindaco di Grosseto Emilio Bonifazi, durante la presentazione del masterplan con i progetti per le frazioni di Marina di Grosseto e Principina a Mare, e parla di assalto alla diligenza nei confronti del piano strutturale e del regolamento urbanistico. «Sia chiaro, tutti se lo mettano in testa, che non sarà più possibile fare scempi di questo genere».
PIZZI IN GROSSETO I
ENRICO PIZZI
GROSSETO. «In questo bel quadro che è stato fatto con il masterplan non vedo lo scempio che è stato fatto fino ad oggi a Marina di Grosseto, non vedo i mostri che sono stati realizzati. Quello che proponete va contro lo scempio che noi recepiamo nel regolamento urbanistico: migliaia di metri cubi tra Principina e Marina».
Interviene con durezza, quasi a volersi togliere qualche sassolino dalle scarpe, il sindaco Emilio Bonifazi, durante la presentazione del masterplan con i progetti per le frazioni di Marina di Grosseto e Principina a Mare, e parla di assalto alla diligenza nei confronti del piano strutturale e del regolamento urbanistico. «Tanti - dice - hanno pensato che il piano strutturale e il regolamento urbanistico fossero l’assalto alla diligenza: occorre dare uno stop, perché c’è un limite alla sostenibilità per questo territorio, ma in tanti non l’hanno ancora capito. Noi con il regolamento urbanistico stiamo cercando di frenare questo assalto alla diligenza, i tentativi di speculazione». E rivolgendosi a chi, dopo l’adozione del regolamento, attesa a breve, vorrà presentare delle osservazioni, il sindaco invita a presentare osservazioni «che vadano nel senso di migliorare il territorio, perché in realtà vedo tanti speculatori pronti a muoversi».
Di fronte ai progetti presentati dallo studio Sata, Bonifazi è sembrato favorevolmente impressionato, ma è parso anche considerarli molto lontani dalla realtà di Marina e del Comune di Grosseto. Insomma, belle idee, da una parte, ma le priorità, a Marina, sembrano essere ben altre e sono tutte legate a quello che Bonifazi ha definito «degrado permanente», quello dei palazzoni cresciuti sulla costa come funghi, ma anche dei garage trasformati in abitazioni senza allacciarsi alle acque nere. Un carico urbanistico che è cresciuto, negli ultimi quindici anni, e che «ha finito per mettere in crisi i servizi già malridotti della frazione» ha detto il sindaco. Ed è da qui che la prossima amministrazione dovrà ripartire, spiega. «In un recente passato - dice - si è costruito senza tenere conto se ci fossero risorse e servizi sufficienti, poi, si mette l’amministrazione di fronte al dato di fatto e le opere di urbanizzazione diventano necessarie». Così, c’è da ripartire dal rifacimento delle fognature, dell’illuminazione, della rete idrica, che non è poca cosa soprattutto in considerazione del fatto che «con i tagli della finanziaria - ha detto - nel 2011 Grosseto perderà 3,5 milioni di trasferimenti statali e altri 5 ne perderà nel 2012, e so già che i cittadini chiederanno sempre di più al Comune».
Nel merito delle proposte fatte, in particolare quelle relative al recupero di strutture storiche come la Fortezza, le Colonie, o quelle che riguardano i parcheggi scambiatori, il sindaco ha fatto notare che quasi nessuno dei beni, compresa la pineta, sono di proprietà del Comune. «E cosa credete che i proprietari chiederanno - ha domandato ai progettisti e all’assemblea - in cambio di questi beni: sempre solo e comunque volumetrie e case da costruire altrove».



news

21-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news