LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TORINO - Volontari e "custodi dottori" per la cultura
MARINA PAGLIERI
MERCOLEDÌ, 08 SETTEMBRE 2010 LA REPUBBLICA - Torino





Domenica "Porte aperte" svela al pubblico i tesori della Val Susa


"Usiamo le risorse disponibili per valorizzare i siti" È la prima iniziativa che nasce dal basso

Domenica la Valle di Susa apre le porte all´archeologia con visite guidate gratuite. Quattordici siti - da Almese ad Avigliana, da Cesana a Chiomonte, da Chiusa San Michele a Novalesa, da Susa a Oulx, da Caselette a Vaie - accoglieranno il pubblico gratuitamente, nell´ambito dell´iniziativa "Tesori di arte e cultura alpina", promossa dal territorio e dalle realtà locali. Ma a fare gli onori di casa saranno gli archeologi neo-assunti presso la Soprintendenza piemontese all´Antichità, vincitori del concorso indetto dal Ministero per i Beni culturali nel 2008-2009. E fino a qui niente di strano, se non il fatto che, benché quasi tutti forniti di laurea quinquennale (su otto, solo uno ha ottenuto il diploma di primo livello), sono inquadrati con la qualifica di "addetti alla vigilanza e accoglienza del pubblico". Ovvero, per usare una terminologia desueta, come custodi.
La soprintendente Egle Micheletto intende però sfruttare le loro conoscenze per valorizzare siti che rischiano di essere abbandonati. Ed è polemica con i sindacati, che chiedono uguale trattamento per tutti quelli assunti con la stessa qualifica, laureati o no. «In tempi di scarse risorse, in cui non ci si può più basare solo sull´attività di tutela affidata ai funzionari - dice Micheletto - utilizziamo le risorse che abbiamo in casa e affidiamo ai giovani archeologi, come alle realtà locali che ci ospitano, la valorizzazione di siti che altrimenti rischierebbero la chiusura. Così, dato che la mansione dei neo assunti prevede rapporti con il pubblico, conto di affidare loro attività in biblioteca e in archivio, oltre che nel museo».
Domenica intanto sarà la prima volta per loro sul territorio, dove saranno affiancati dai rappresentanti di associazioni culturali e degli enti pubblici e privati che operano nella zona, oltre che da volontari. Si potrà entrare (dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 18) nella villa romana di Almese, nel sito di Malano ad Avigliana, nella cappella romanica di San Valeriano a Borgone di Susa. O visitare la Tur d´Amun di Bardonecchia, la villa romana di Caselette, la Casa delle Lapidi di Bousson, il Castello del Conte Verde di Condove, la Torre delfinale di Oulx. Porte aperte anche alla cappella di San Giuseppe a Chiusa San Michele, all´Abbazia di Novalesa, al Museo archeologico di Chiomonte, al castello abbaziale di Sant´Ambrogio. Tra i beni accessibili, anche le aree archeologiche di Susa.
«Per la prima volta un´iniziativa del genere nasce "dal basso", con la regia del territorio, che ha chiesto aiuto alla Soprintendenza - dice don Gianluca Popolla, direttore del Museo Diocesano di Susa e anima del progetto di valorizzazione dell´area. - La Valle di Susa è la valle dei paradossi, perché si è riusciti a mettere in rete i siti archeologici, mentre la stessa cosa riesce difficile con i beni faro come la Sacra di San Michele o il Forte di Exilles. Una lezione sul fatto che lavorando insieme si riesce a essere più forti. E anche una risposta alla questione Tav, nel senso che è bene rendersi conto che la valle non è semplicemente un corridoio da attraversare, ma anche un museo a cielo aperto».
Info 0122/622640, infovallesusa-tesori. it, www. vallesusa-tesori. it.



news

26-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 26 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news