LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

GENOVA - Carlo Felice, ora è guerra aperta tra sindacati
MICHELA BOMPANI
MERCOLEDÌ, 08 SETTEMBRE 2010 LA REPUBBLICA Genova





La Cgil: "Ci hanno escluso dall´assemblea". Domani Vincenzi e Garrone da Letta


Difficile che il governo possa elargire quattrini per evitare la cassa integrazione


È la faglia di Sant´Andrea, quella tra la Cgil e le altre sigle sindacali, al teatro Carlo Felice. L´ennesima scossa, ieri: «Non mi hanno fatto entrare all´assemblea generale», denuncia la segretaria della Cgil, Pia Scandolo. Al 15° piano, dalle 10, nella sala coro, si sono riuniti 250 lavoratori del teatro. Un comunicato della Slc-Cgil Genova rincara: «Non ci lasceremo intimidire da atteggiamenti vessatori, riteniamo queste azioni negative, favoriscono solo quella strategia che vuole l´autodistruzione delle fondazioni lirico sinfoniche». Rimandano al mittente ogni accusa le altre sigle sindacali, Cisl, Uil, Snater, Fials, Libersind: «L´assemblea generale è stata convocata dalle nostre sigle già dal 3 settembre e il rappresentante sindacale Cgil dei lavoratori, Francesco Baldini, ha tenuto un lungo intervento: Scandolo fa solo provocazioni», attaccano. E proseguono: «L´atteggiamento della Cgil è gravemente irresponsabile e inaccettabile». E la faglia, storica, quella che ha fatto commissariare, dimettere, allontanare anzitempo sovrintendenti si allarga.
Senza cassa in deroga, ieri ha ricominciato a lavorare, dopo l´estate, l´orchestra, a orario minimo e oggi riprende il coro, «Facciamo le prove». Per che cosa? «Siamo musicisti e cantanti, prepariamo un programma e lo realizzeremo nel foyer esterno del teatro - dicono alcuni lavoratori - noi siamo pronti a trovare soluzioni, ma la cassa in deroga no». Senza la firma della cassa in deroga, i conti sono già stati fatti, il teatro Carlo Felice perderà altri 5 milioni di euro. La Cgil continua ad essere possibilista, a patto di vedere i conti esatti del teatro e di ricevere un piano di rilancio triennale sostenuto finanziariamente. Stessa richiesta degli altri sindacati (è l´unico ponte tra le due sponde della faglia), ma per costruire alternative alla cassa in deroga. «Il 15 settembre partiranno le trattative per il tavolo sul contratto collettivo nazionale, la cassa in deroga serve solo per buttarci fuori dal teatro - spiega Guido Parodi, Uilcom - tra le nostre proposte alternative, anche i contratti sociali». «I contratti di solidarietà si fanno per evitare i licenziamenti - sbotta Andrea Ranieri, assessore alla Cultura del Comune - qui non si vuole licenziare nessuno: credo invece che si stia cominciando a ragionare sui numeri, per la prima volta, e che i numeri mostrino che l´unica soluzione che garantisca continuità occupazionale e l´apertura del teatro, senza perdere altri soldi, sia la cassa in deroga, nessun sindacato dice no a priori». «Siamo disillusi ma non molliamo - tuona Nicola Lo Gerfo, Fials - vogliamo i numeri, le cifre. Abbiamo chiesto il piano di rilancio e sapete cosa il teatro ha consegnato ai segretari nazionali? Il piano Filippini La Rosa, quello che la sindaco Vincenzi ha detto che era stato superato: ci prendono in giro?».
Oggi il sovrintendente Giovanni Pacor, oggi alle 10, incontrerà i lavoratori. Domani il sindaco Marta Vincenzi volerà a Roma con il consigliere di amministrazione Riccardo Garrone, convocata dal sottosegretario alla presidenza del consiglio, Gianni Letta. Difficile prevedere, data la congiuntura, un intervento finanziario "extra" del governo per salvare il teatro, anche perché nel giro di un mese la maggior parte delle Fondazioni lirico sinfoniche italiane sarebbero in fila, fuori dall´ufficio di Letta. Poi, la "no stop" del 16 e 17 settembre: vertici e sindacati del teatro si chiuderanno in conclave, ne uscirà scritto il destino del Carlo Felice.



news

26-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 26 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news