LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LUCCA. Duecentomila euro finiti nel nulla
BARBARA ANTONI ARIANNA BOTTARI
GIOVEDÌ, 09 SETTEMBRE 2010 IL TIRRENO - Lucca

Fu la spesa per gli scavi delle fattorie romane, ma il parco non è stato ultimato



La strada per accedere ai ritrovamenti è in degrado


Tredici anni di scavi (dal 1987 a 2000) per far riaffiorare - a Fossanera, tra Lucca e Capannori - il maggior insediamento agricolo romano della Toscana da Grosseto in su. E duecentomila euro spesi, per realizzare la strada di accesso al “parco archeologico delle cento fattorie romane” con relativa segnaletica.
Ma quando era lì per decollare, il parco è caduto nel nulla. Oggi, rimangono solo i cartelloni coperte di erbacce, mentre la strada per arrivare al parco è piena di buche: impossibile percorrerla con un’auto normale, ci vuole semmai un fuoristrada.
Storia di un progetto finito male, per il quale erano stati stanziati 333mila euro, così ripartiti: 200mila dalla Fondazione Monte dei Paschi di Siena, 50mila dalla Provincia, 65mila dal Comune di Porcari e 18mila da quello di Capannori (così annunciava la Provincia in un comunicato datato 31 ottobre 2005).
«I finanziamenti dovevano essere erogati in tre anni - rammenta il professor Michelangelo Zecchini, direttore degli scavi -, dal 2005 al 2007. Arrivarono nei primi due anni i 200mila euro della Fondazione Mps, poi ci fu il black-out, i rubinetti si chiusero. La motivazione ufficiale fu che la mancanza di una firma su un documento aveva reso impossibile proseguire nell’erogazione dei fondi».
E tutto si fermò lì. Fine della processione di autobus che portavano le scolaresche di tutta Italia a visitare le tre fattorie romane fatte riaffiorare (con tanto di palmenti per il vino e presse per l’olio, reperti unici, commenta l’archeologo, mai scoperti fino ad allora, che davano finalmente il senso di come i romani praticavano l’agricoltura), fine dell’andirivieni di studiosi da tutto il mondo ad ammirare quei ritrovamenti e a dare il loro contributo per valorizzarli.
La triste storia si incrocia con un’altra, continua il professor Zecchini. In quel periodo infatti venivano eseguiti sbancamenti nell’area del Frizzone, dove sarebbe stato realizzato l’attuale casello autostradale di Capannori. «Ci trovammo davanti a un ritrovamento senza uguali - ricorda l’archeologo -: un tempio ligneo romano, dedicato a Dioniso, ancora intatto nonostante gli oltre 2.100 anni di età. E una quantità enorme di anfore e altre suppellettili dell’epoca. I lavori venivano svolti dalla Società Autostrade, che insieme alla Provincia decise di realizzare, in prossimità del casello, un museo sotterraneo dove accogliere tutti questi reperti, compreso il tempio nella sua interezza».
Anche in questo caso il lavoro fu realizzato. Il museo-bunker esiste, aggiunge l’archeologo, «lo costruì la Società Autostrade». Si trova a fianco del casello, ma non ci sono segnali ad indicarlo. È tristemente vuoto: i suoi 240 metri quadrati di superficie non hanno mai accolto anfore né altre suppellettili romane. «Forse ad entrarci ora - commenta il professor Zecchini -, ci potremmo trovare qualche pozza d’acqua».
Lo studioso è amareggiato. «Nessuno ha mai più parlato né del parco né del museo. È tutto caduto nel dimenticatoio. E un po’ me ne sento responsabile, perché forse non ho mai insistito a sufficienza perché il progetto venisse ripreso e completato».



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news