LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LIVORNO - nuove case ma pochi servizi così muoiono i quartieri
MAURO PARIGI ARCHITETTO, LIVORNO
GIOVEDÌ, 09 SETTEMBRE 2010 IL TIRRENO - Attualità





Al di là delle problematiche di integrazione, della capacità o meno della comunità livornese di accogliere e integrare, si pone il problema dell’esistenza di nuove periferie anche centrali all’interno delle nostre città.
Premesso che l’urbanistica da sola non risolve problemi economici e sociali, è indubbio che il degrado ed il disordine insediativo, l’esistenza di alloggi di scarsa qualità e funzionalità, il sovraffollamento, sono fattori determinanti per la creazione della periferia che oggi, nuovamente, non si misura in distanza dal centro, ma in distanza da servizi, vivibilità.
Le nostre città però sono il frutto di un percorso di riallocazione di popolazione più capiente, in termini economici, in nuovi quartieri (sarebbe più corretto dire “nuove case” perché il termine quartiere presuppone l’esistenza di servizi pubblici e privati, di un mix di attività e funzioni, oltre che degli standard urbanistici accessibili a chilometri zero).
Ovviamente, se non possiamo aspettarci molto da un governo che è riuscito a prodotto solo un cosiddetto piano casa, funzionale a consentire l’ampliamento di edifici esistenti, cioè a favorire chi già ha, che così potrà avere di più, quello che preoccupa è il silenzio, l’assenza di idee del fronte opposto, del centrosinistra, insomma.
Hanno lasciato decadere la 167 del 1962, la 457 del 1978, sono andati ad esaurimento i contributi Gescal e non si è trovata altra fonte di finanziamento dell’edilizia economica e popolare, dei Peep.
Si è perpretata una sostanziale accondiscendenza agli interessi del capitale e della rendita fondiaria, al più si è assistito con sostanziosi finanziamenti pubblici realizzazioni di alloggi da porre sul mercato in affitto ma realizzati e gestiti a lungo termine da privati. Contestualmente si è dato addio ad una riforma del regime dei suoli e del regime degli espropri e della determinazione delle indennità di esproprio.
Il risultato è sotto gli occhi di tutti, si fanno seconde case al mare e in montagna, non si fanno case per la residenza ordinaria, non si costruiscono più quartieri completi di servizi.
Allora è preoccupante il silenzio politico a fronte della sollecitazione del Direttore del Tirreno Bernabò, è sconcertante il vuoto in materia.
E’ conseguenza razionale domandare una nuova legislazione che sancisca definitivamente la natura intrinsecamente pubblica della risorsa suolo in quanto anche paesaggio, che pertanto assegni indiscutibilmente al potere pubblico la potestà di stabilire le modalità di utilizzazione, conseguentemente di assegnare al possessore non già un diritto di proprietà ma un diritto d’uso, quindi di risarcire al medesimo il diritto d’uso in caso di acquisizione pubblica di questo.
E per esser chiari, in tutto questo, comunque lo si definisca, non c’è niente di rivoluzionario, più o meno è quanto avviene in Gran Bretagna, in Francia, in altri paesi europei.
Rimane il problema di capire se esiste ancora qualcuno che voglia combattere questa battaglia, se ci si debba far carico di riconoscere che la lunga stagione del berlusconismo ha travolto anche lo schieramento politico e culturale opposto, se ci dobbiamo accontentare di respirare qualche boccata di aria pura ascoltando Settis, De Lucia o chi altri, se la Regione Toscana (come pare di scorgere dalle prime mosse della nuova amministrazione) ha deciso di raccogliere la sfida di una nuova politica urbanistica.



news

22-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news