LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VERONA - Piazza Corrubbio, un anno perduto
L'ARENA Giovedì 09 Settembre 2010 CRONACA Pagina 9



OPERE FERME. Il Comitato ha festeggiato ironicamente l’anniversario del via ai lavori. E chiede che la situazione si sblocchi




I residenti: «Vogliamo risposte dal Comune. E chiediamo che il parcheggio venga bloccato»


Il cantiere di piazza Corrubbio ieri ha compiuto un anno. E del parcheggio interrato non c’è ancora nemmeno l’ombra. La ricorrenza è stata «festeggiata» dai sanzenati del comitato Salviamo Piazza Corrubbio. Per l’occasione, si è brindato e, spenta la candelina, anche mangiato una fetta di torta di mele fatta in casa. «E che non si dica 100 di questi giorni», ironizzano.
Alle spalle dei sanzenati c’è una piazza Corrubbio ormai spoglia di tutti gli alberi e «bombardata» dagli scavi effettuati dalla ditta costruttrice e dagli archeologi per rimuovere i molti ritrovamenti, per lo più tombe. E ora anche deserta. «Da giardino a pietraia». E ancora: «Facciamo torte, non deserti», alcuni degli slogan che hanno accompagnato la ricorrenza. «Le attività commerciali stanno morendo, alcune sono già state costrette a chiudere, altre lo saranno a breve. La sicurezza non esiste più, non ci sentiamo tutelati e il degrado è ovunque: basta guardare la desolazione che circonda il quartiere», spiega Paolo Simeoni della pizzeria al taglio che si affaccia proprio sul cantiere. «Piazza Corrubbio è un condannato a morte in attesa della forca, che non si sa quando arriverà», commenta Ivo Spada del comitato. Un gruppo di sanzenati che ha dichiarato battaglia al parcheggio ancora nel 2003 ma che non si è perso d’animo con gli anni. E che è tornato ieri alla carica con tre, chiare ed inequivocabili, richieste a Comune e Soprintendenza. In primis, una relazione ufficiale firmata dal Soprintendente in cui venga spiegato ai cittadini nel dettaglio quali ritrovamenti sono emersi, con particolare riferimento al muro dell’abside.
«Abbiamo il diritto di essere informati», ha spiegato Mao Valpiana del comitato. «Fino ad oggi le informazioni sono arrivate solo dall’assessore Corsi che non è certo un archeologo o dal direttore dei lavori della ditta Rettondini che non è certo il portavoce della Soprintendenza». In seconda battuta, il comitato vuole sapere perché è stato possibile bloccare l’iter per la costruzione del parcheggio interrato di piazza San Giorgio, ora in trattative per lo spostamento, ma non quello in piazza Corrubio. «Perché il Comune adotta due pesi e due misure? Forse che i cittadini di San Zeno sono di serie B rispetto agli altri», ha commentato Valpiana. Infine, l’ennesimo no al parcheggio. «Insistiamo sulla nostra posizione e chiediamo che questa opera, che non vogliamo e che non sarà utile a nessuno, venga bloccata».
Le polemiche e le proteste sul cantiere proseguono ininterrotte. I lavori, invece, no. Lo testimonia una pianta di pomodori verdi cresciuta tra la terra smossa della pancia della piazza dove gli archeologi hanno finito di lavorare ai primi di agosto. E dove da allora regna deserto e desolazione: «Non si vedono nemmeno più gli operai. È tutto fermo: è un colpo al cuore vedere il nostro splendido quartiere ridotto così», afferma Ilaria Bonini.

I.N.



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news