LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - Beni culturali: nomine politiche a scapito della qualità
Leandro Janni, Consigliere naz. Italia Nostra
LA SICILIA Mercoledì 08 Settembre 2010 Caltanissetta, pagina 24




Sicilia, settembre 2010. L´ennesima, ultima impresa "poltronista" del presidente della Regione, Raffaele Lombardo, è in evidente contrasto con una legge che egli stesso ha fortemente voluto e inserito nella brochure pubblicitaria del suo governo, alla voce "grandi riforme". La legge 10 del 2009 che ridisegna la burocrazia regionale, infatti, stabilisce che soprintendenti e direttori dei musei vengano nominati dal dirigente generale dell'Assessorato regionale dei Beni culturali e ambientali.
Nella Sicilia "riformata", dunque, la scelta dei vertici delle istituzioni culturali dovrebbe avvenire, più o meno, in questo modo: il direttore dell'Assessorato dei Beni culturali e ambientali, dopo aver valutato attitudini e curricula dei candidati, dovrebbe scegliere quelli che ritiene più idonei a ricoprire gli incarichi. Dovrebbe, appunto.
Di fatto, la Sicilia "riformata" non esiste. Quella che abbiamo di fronte a noi è la Sicilia di sempre, dove le nomine - ad onta di quanto previsto dalla legge - vengono fatte ricorrendo alle consuete intese tra i partiti. Del resto, una partita importante come quella delle soprintendenze non poteva sfuggire all´occhio interessato del governatore Lombardo. Da quelle scrivanie si amministra un potere che, in parecchi casi, è superiore a quello di un assessore.
Certo è che in questi ultimi anni la discrezionalità politica nella scelta di vertici e dirigenti nel settore dei Beni culturali e ambientali, in Sicilia, si è fatta sempre più pervasiva e pressante. Sempre meno legata alle effettive qualità tecnico-scientifiche dei soggetti prescelti. Alla luce di quanto accaduto e accade, possiamo ben dire che i lunghi anni di formazione e specializzazione, la professionalità acquisita, le ricerche scientifiche, le pubblicazioni non contano più nulla. Non vengono più considerate un patrimonio di esperienze da difendere e valorizzare. La gravità di questa situazione non può essere ignorata. Tanto più se si pensa alle numerose e delicate competenze trasferite dallo Stato alle Regioni; tanto più se si pensa alla consistente lista dei beni demaniali che, proprio di recente, sono passati dallo Stato alla Regione.
E' una questione di civiltà, ma anche di rispetto della Costituzione italiana, che considera la tutela del patrimonio culturale e ambientale uno dei principi fondamentali della Repubblica. E d'altronde, dignità, competenza e prestigio delle strutture e dei funzionari dell'Assessorato regionale dei Beni culturali e ambientali non sono sicuramente in cima ai pensieri di un potere politico tanto cinico quanto modesto.
Come ha detto il direttore della Scuola Normale di Pisa e consigliere nazionale di Italia Nostra, Salvatore Settis, nei giorni scorsi, al Festival della mente di Sarzana, "il cinismo di pochi uccide il paesaggio". La medicina? Settis la individua nella capacità dei cittadini di organizzarsi e mobilitarsi per difendere un diritto di tutti: il diritto al paesaggio. Forza e coraggio, allora: organizziamoci e mobilitiamoci.



08/09/2010



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news