LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Napoli. Il Madre riparte a mezzo servizio
Andrea Acampa
Roma 9/9/2010

Un debito da dieci milioni di euro circa. Da oggi il museo d'arte moderna di via Settembrini, messa in cantiere l'iniziativa Un'estate al Madre , aprirà a mezzo servizio. La chiusura è prevista per le 19 per tutto il mese, poi, da ottobre si resterà aperti fino alle 14. «Oltre non possiamo andare - commenta amareggiato il direttore del Madre , Eduardo Cicelyn - i debiti già certificati fino al 2009 erano di 7 milioni. A quelli bisogna sommare i 350mila euro al mese delle utenze e non sappiamo fino a quando riusciremo a resistere”. Già da oggi dovrebbero esserci novità sulle sorti del Madre, almeno su quelle dei lavoratori. Alle ore 15, infatti, ci sarà un incontro con il rappresentante sindacale Filcams che, a sua volta, dovrebbe prima incontrare i vertici di Scabec. Casus belli il famoso debito di 1,2 milioni di euro della delibera tagliata da Bassolino sulla gestione ordinaria e che fu in gran parte recuperato tramite una successiva delibera dello stesso Governatore dopo l'appello delle donne del Madre, 18 marzo scorso. Adesso, la questione è che quella delibera è stata cancellata da Caldoro perché sforerebbe il patto di stabilità. Perciò i dipendenti vogliono capire le intenzioni della Scabec. Due le strade possibili di intervento: il taglio del personale (che porterebbe, inevitabilmente anche alla riduzione degli orari di apertura) oppure, direttamente, un taglio sulle ore di apertura al pubblico del Museo. «In questi giorni - continua Cicelyn - abbiamo terminato le iniziative estive. Siamo soddisfatti, è stato un successo incredibile per il museo che ha accolto i 3mila visitatori. E stata la rassegna estiva pi visitata. Ora inaugureremo, rispettivamente, la mostra di Guido Barbieri, quella sugli oggetti riciclabili e sulla Ferrarelle». Diventa scuro in volto, invece, il numero uno del Madre quando si parla del futuro del museo d'arte moderna. «Sono stato offeso - afferma - non parlerò più con le istituzioni locali, ma direttamente con Caldoro o Napolitano. Chi amministra ha il dovere di rispondere alle domande. Noi in pochi mesi abbiamo superato le presenze dello scorso anno, non hanno il diritto di chiuderci . Stanno distruggendo una ricchezza della città di Napoli riconosciuta a livello internazionale. Nella nostra struttura non ci sono sprechi o poltrone da assegnare, per questo siamo destinati ad una lenta agonia, ma una cosa è certa, non moriremo in silenzio”. Ad allarmare ulteriormente il direttore del Madre, la comunicazione della Scabec in cui avvisa che non sarà più in grado di pagare le utenze del museo cui, dunque, potrebbero essere staccati i servizi di punto in bianco.



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news