LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LUCCA - Le scoperte avevano stupito gli studiosi
VENERDÌ, 10 SETTEMBRE 2010 IL TIRRENO - Lucca







A.B.
LUCCA. Quando vennero rinvenuti i primi due corpicini, gli studiosi rimasero a bocca aperta e subito la notizia fece il giro del mondo accademico. A distanza di tre anni mancano i soldi per restaurarli e le strutture per esporli. Sotto alcuni metri di terra, nel bel mezzo del cantiere per la realizzazione del casello autostradale del Frizzone, gli archeologi avevano trovato i corpi di due neonati, gli scheletri in ottime condizioni.
Poco lontano i resti, anche questi ben conservati di un cane rannicchiato e ancora legato alla sua catena. A poco tempo di distanza, altri due corpicini erano emersi dagli scavi.
In un primo momento si era pensato ad un’alluvione improvvisa che aveva colto il villaggio di epoca romana di sorpresa. Poi alcuni avevano azzardato l’ipotesi di sacrifici umani in onore del dio Bacco, almeno per quello che riguardava i corpicini dei neonati, ritrovati in prossimità del tempio dedicato alla divinità, sul lato occidentale. Uno dei bambini, tutti di età inferiore a sei mesi, era stato rinvenuto ai piedi della vasca rituale per la produzione del vino, posizione che fa pensare ad un’offerta al Dio; un altro ai piedi di un’enorme vite ancora intatta, nonostante i suoi 2100 anni.
«Potrebbe trattarsi di sepolture rituali o di sacrifici umani in onore di Bacco - aveva spiegato l’archeologo Michelangelo Zecchini (foto) - ma la religione romana non faceva ricorso ai sacrifici umani per cui, a mio avviso, si tratta semplicemente di un’offerta al Dio di bimbi morti per cause naturali. Una sorta di offerta propiziatoria affinché potessero avere, nell’aldilà, una vita migliore».
I quattro corpicini sarebbero dovuti divenire uno degli elementi di spicco del museo sotterraneo, insieme al tempio ligneo e al grande calcatorium. Invece di quei resti così ben conservati si sono quasi perse le tracce. Si sa solo che si trovano nelle stanze-deposito dell’Istituto Cavanis di Porcari in attesa dei soldi necessari per il recupero



news

26-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 26 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news