LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - La copertura non sarà gettata
LA SICILIA Venerdì 10 Settembre 2010 Enna, pagina 28


All'epoca del Minissi fu considerata un'opera innovativa e di straordinaria fattura



Piazza Armerina. Una parte della vecchia copertura della Villa Romana del Casale sarà conservata e recuperata per essere posta come hall di ingresso all'area archeologica da ricollocare nei pressi del parcheggio all'inizio del percorso che collegherà il parcheggio e l'area commerciale alla Villa. La giunta Nigrelli ha preso atto e fatto proprio il verbale di una riunione tenutesi lo scorso 1° luglio presso la Villa Romana del Casale tra il sindaco della città Carmelo Nigrelli, l'Alto commissario, Vittorio Sgarbi, il rup Rosa Oliva e il direttore della lavori Guido Meli. Nel provvedimento, votato nei giorni scorsi, dalla giunta Nigrelli si legge che «una parte della vecchia copertura minissiana venga recuperata, restaurata e posta all'ingresso dell'area archeologica per far conoscere la vecchia copertura e il tipo di materiale utilizzato in quel periodo» le risorse economiche finanziarie possono essere reperite dalle risorse liberate dal Por Sicilia 2000-2006 - Misura 2.01 - Azione B. Ora il sindaco potrà dare avvio a tutte quelle azioni che si rendono necessarie per promuovere ogni utile iniziative progettuale per recuperare una parte della vecchia copertura realizzata dal Minissi a partire dalla fine degli anni '50 che venne considerata, per quell'epoca, un 'opera di straordinaria fattura e fortemente innovativa.
Sarà la copertura del Triclino ad essere conservata per tutti i lavori di restauro necessari per poi essere posta all'ingresso del sito archeologico per poter essere ammirata dai numerosi turisti che ogni anno si recano per visitare il bene patrimonio dell'Umanità dal 1997. La vecchia copertura venne realizzata dall'arch. Minissi alla fine degli anni 50 e oggi, dopo diversi appelli di studiosi, associazioni e gruppi archeologici, si è deciso che una parte della vecchia copertura sarà conservata per ricordare il maestoso lavoro eseguito dal Minissi. Intanto i lavori alla Villa Romana continuano a ritmo serrato per consentire la consegna del sito archeologico nella primavera del 2011. Con tutta probabilità si potranno visitare l'80 per cento delle stanze e la consegna della Villa dovrebbe coincidere con un altro avvenimento di portata storica che sarà il ritorno della Venere di Morgantina nella città di Aidone come tutti gli operatori del settore e il mondo politico dell'intera provincia auspica dopo gli interveti rassicuranti dell'assessore regionale al turismo Gaetano Armao.


10/09/2010



news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news