LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TOSCANA - Un’Authority per fare i porti turistici
MARIO LANCISI
SABATO, 11 SETTEMBRE 2010 IL TIRRENO - Toscana

L’assessore all’urbanistica Marson aveva agitato le acque dichiarando guerra agli approdi con troppo cemento

Dopo le polemiche con i sindaci la Regione corregge il tiro: si deciderà insieme

La strategia: aumentare i posti barca per diminuirne il prezzo


FIRENZE. Dopo il ciclone Marson, sui porti la Regione lancia la rete della pace con i sindaci. «E’ necessaria un’ampia concertazione tra enti locali, forze sociali, economiche e associazioni», sostiene l’assessore regionale ai trasporti Luca Ceccobao.
Per capire il senso politico della nota di Ceccobao in cui c’è solo una notizia - l’istituzione di un’Authority per i porti, come vedremo più avanti -, occorre fare un passo indietro.
Ciclone Marson. Esattamente ad un mese fa, quando l’assessore all’urbanistica Anna Marson anticipò al Tirreno l’intenzione di modificare il master plan sui porti dell’ex assessore Riccardo Conti: «Più posti barca, ma meno cemento e costi più bassi per una clientela medio-bassa», spiegò l’assessore.
Apriti cielo. Il sindaco di Piombino Gianni Anselmi replicò duro: «Io voglio costruire un porto per mega yacht». E Matteo Tortolini, responsabile ambiente e infrastrutture nella segreteria regionale del Pd, tuonò: «Nel nostro programma non c’è scritto niente di quanto affermato dall’assessore Marson e quindi si pone una questione democratica: i programmi si possono cambiare, ma attraverso il confronto».
Sindaci contro. Ecco la parola chiave: confronto, concertazione, sedersi attorno ad un tavolo. Questo chiedono i sindaci alla Regione. Questo imputano alla Marson: di passare sopra la loro testa. Di preferire le interviste effervescenti alle noiose concertazioni. In realtà il dissidio tra la Marson e (alcuni) sindaci e una parte del Pd non è solo di metodo, ma soprattutto di sostanza. La linea Rossi-Marson di stop al cemento non piace. Boccone amaro. Indigesto.
Enrico Rossi, presidente della giunta regionale, dà un colpo al cerchio e un altro alla botte. Sul merito difende la Marson. Sul metodo suggerisce al suo assessore un cambio di rotta: meno annunci mediatici e più incontri con i sindaci.
Ecco allora che, alla ripresa di settembre, l’assessore Ceccobao traduce in una nota la linea del governatore.
Ceccobao sostiene Anna. Ceccobao è d’accordo con Anna Marson. «E’ necessario realizzare e concepire i porti turistici come parte integrante della città, una sorta di’piazza della città sul mare, sviluppando la piccola nautica per consentire a tutti il diritto al mare, attraverso scivoli pubblici, accessibilità pubblica al porto, banchine per disabili, nonché migliorare la compatibilità del porto nei suoi aspetti più impattanti. Oggi, in Toscana, rispetto alla media nazionale, i costi di locazione annuale nei porti turistici sono più alti che altrove. Un numero maggiore di posti barca avrebbe un’azione calmierante sui prezzi», spiega Ceccobao.
La linea è questa: più porti, meno cemento, nautica anche per chi «ha piccole barche da 20mila euro». Però - ecco la novità - questa linea va discussa, concertata anche con i sindaci. Le modifiche al master plan dei porti non può passare sopra le loro teste.
Una Authority per i porti. Ceccobao ha annunciato anche l’idea di una legge «per creare una Authority per i porti di interesse regionale». L’obiettivo è la valorizzazione dell’intero sistema, e l’Authority «sarà fondamentale per essere più incisivi negli interventi sulle attività portuali, ed essere più tempestivi per la nautica ed il mare», ossia far sì che la Regione Toscana possa sviluppare «il suo ruolo di spinta innovativa verso progetti di nuovi porti che costituiscano un chiaro elemento di sviluppo regionale e locale», ha concluso l’assessore Ceccobao.



news

21-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news