LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - La protesta degli abitanti di via delle Mura
LA SICILIA - Sabato 11 Settembre 2010 Agrigento, pagina 38


Si vive tra degrado e rifiuti




Ancora abbandono di rifiuti, alcuni anche pericolosi, nel centro del citta dei templi. Da alcune settimane i residenti della via delle Mura, nella zona alta del centro storico, lamentano la presenza di materiali, anche nocivi per la salute, depositati vicino ai contenitori dei rifiuti.
Qualcuno, forse residente nel centro storico, avrà smontato la sua tettoia di eternit sul terrazzo e, approfittando della notte, ha abbandonato il materiale carico di amianto a ridosso del primo cassonetto dei rifiuti, che ha trovato.
Che questo cassonetto, poi, fosse a due passi dall'entrata di alcune abitazioni, non lo ha preoccupato per niente.
Nella mini-discarica c'è di tutto: mobili vecchi, materassi, cataste di amianto, rifiuti di ogni genere.
L'impellenza di disfarsi così facilmente del pericoloso amianto è sintomo di estrema inciviltà. L'abbandono di materiali così pericolosi in un luogo frequentato, anche da tanti bambini è un fatto di inaudita gravità. Anche se in via delle Mura il degrado di certo non manca. Baste farsi un giro per le viuzze circostanti per verificare lo stato di abbandono e degrado in cui versa la zona. Il campetto di calcetto è l'esempio: ridotto in condizioni pietose. Non solo la campagna in generale, non solo i luoghi di interesse paesaggistico, naturale, storico e archeologico; ora è anche il centro urbano ad essere preso di mira dal fenomeno di abbandonare dove capita materiali e rifiuti di ogni genere. Quella dell'amianto, soprattutto, ad Agrigento è ormai un'emergenza, che non può essere affrontata intervenendo solo a posteriori con la rimozione o la bonifica.
Il problema è intervenire a monte, cominciando con controlli decisi e repressivi. C'è ancora un sacco di amianto sulle case, soprattutto nel centro storico.
Basta andare su un terrazzo nelle zone alte della città dei templi e guardarsi intorno per rendersene conto. Chi ha abbandonato l'eternit davanti le case di via delle Mura, con molta probabilità è un privato cittadino, che ha fatto dei lavori sul suo terrazzo.
I cittadini che con il "fai da te" rimuovono l'amianto dalle proprie abitazioni corrono un grave rischio, se poi lo abbandonano per strada o in campagna commettono un reato, e il comune alla fine paga per la bonifica.
A. R.


11/09/2010



news

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

Archivio news