LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Campania. Piscina Mirabilis, s ai privati contro il degrado
Riccardo Lattuada
Il Mattino - Napoli 11/9/2010

La Piscina Mirabiils - di cui oggi si torna a parlare per la discesa in campo dei privati contro il degrado un maestoso punto di raccolta dell'acquedotto del Senno, l'antica Aqua Augusta romana, e fu costruita sotto l'Impero di Augusto (I secolo d.C.) per rifornire d'acqua la flotta imperiale romana, la Classis Praetoria Misenensis. L'ambiente, scavato nel tufo, lungo settanta metri per venticinque, ed alto ben quindici metri, con un volume d'acqua di dodicimila metri cubi. E forse la pi grande cisterna romana mai scoperta, insieme alla favolosa e ancor pi grande Cisterna Basilica di Istanbul, la Yerebatan Saray, che per fu costruita molto dopo, nel VI secolo d.C., sotto l'imperatore Giustiniano. La volta a botte in pi parti incrinata, il che consente a spettacolari lame di luce di fendere l'oscurit dell'ambiente, totalmente interrato sin dalla sua costruzione. La sala consta di quarantotto pilastri cruciformi disposti su quattro file. Vi si poteva accedere grazie a due scalinate impostate su archi disposte agli angoli, delle quali oggi solo una praticabile. Al centro, lungo la navata corta, era la piscina umana, una vasca di decantazione e scarico profonda poco pi di un metro, che serviva per la manutenzione durante il periodico svuotamento e pulizia della cisterna. Le pareti e i pilastri, in opera reticolata e ricorsi in laterizio impermeabilizzati con malta idraulica, mostrano ancora lo spesso strato di calcare sedimentato dalle acque. Alla base dei pilastri e delle pareti ben visibile il cordolo creato per smussare gli angoli e prevenire infiltrazioni nella malta idraulica. Vicino all'ingresso ancora visibile il condotto di immissione delle acque, mentre l'assenza di scarichi nella muratura ha fatto ritenere che le acque fossero estratte dall'alto con gigantesche macchine idrauliche per poter rifornire le navi, circa una decina di metri pi in basso. Dal punto di vista strutturale la Piscina Mirabilis presenta analogie con la Piscina Cardito che a Pozzuoli, presso l'Anfiteatro, che leggermente pi piccola e di gran lunga peggio conservata, ma che condivide con la Piscina Mirabilis la stessa tipologia costruttiva - la volta a botte sorretta da pilastri - tipica delle grandi opere di et augustea. Ma la Piscina Mirabilis molto altro che puri dati tecnici: la sua conservazione, sostanzialmente intatta nei profili architettonici; la suggestione provocata dal fatto che, in effetti, piuttosto che arrivarci quasi ci si immerga in essa; la sconcertante e maestosa semplicit di un ambiente privo di ornamento, ma in cui a ogni passo muta il gioco di prospettive dei pilastri e delle volte, hanno colpito per secoli l'immaginazione dei visitatori. Sin dai rilievi rinascimentali di Giuliano da Sangallo, la Piscina Mirabilis apparsa un edificio che trascendeva la sua destinazione funzionale per parlare in modo diretto della grandiosit delle realizzazioni architettoniche dei Romani, ed facile immaginare la suggestione di questo ambiente non solo sul Piranesi interessato alle antichit romane, ma anche e soprattutto sul Piranesi del delirio visuale e preromantico delle Carceri. La bellezza della Piscina Mirabilis tutta in questo richiamo: in un contesto come i Campi Flegrei, un tempo meraviglioso e ancor oggi intensamente punteggiato da rovine grandiose, questa struttura tra esse la pi maestosa e misteriosa, a prescindere dal suo uso funzionale. Abbiamo prima rievocato la Basilica Cisterna di Istanbul, la meravigliosa Yerebatan Saray. Qui, al contrario che nella Piscina Mirabilis, dominerebbe il buio pi assoluto se non vi fosse un meraviglioso impianto di illuminazione che rende questo ambiente come immateniale, come poggiato sul nulla, come raddoppiato illusoriamente dal suo pavimento d'acqua, nonostante le gigantesche teste di Medusa e le magnifiche colonne con capitelli di vari ordini architettonici ci dicano della sua maestosit. E facile immaginare quale sarebbe l'apporto di una illuminazione notturna nella Piscina Mirabilis, chiaramente nel rispetto di ogni millimetro della struttura antica. Nello stato di decomposizione delle strutture della tutela in Italia e ancor pi in Campania - stato di cui ha scritto Franco Mancusi su questo giornale ben venga la concessione a privati di importanti aree anche archeologiche. Ma tutto ci, speriamo, dovrebbe non solo significare investimenti per la fruizione, ma anche per la tutela - e soprattutto per la manutenzione - dei nostri monumenti.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news