LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VENEZIA - Gallerie, il restauro diventa un film Giro: «Questa è l’Italia che funziona»
Alice D'Este
corriere del Veneto 12 set 2010 Venezia




Il sottosegretario: «Palacinema, sarà finito, troveremo i finanziamenti»

VENEZIA— Un tour veneziano veloce, puntando al cuore dei lavori. Elogi, date possibili per l'apertura e poi un'idea: le Gallerie dell'Accademia finiranno alla Mostra del Cinema. «I lavori di edilizia chiuderanno a dicembre così finalmente quegli spazi saranno definitivamente restituiti alla bellezza e valorizzati come meritano». A parlare è il sottosegretario per i Beni e le Attività culturali Francesco Giro, in città per la 67esima Mostra del Cinema di Venezia, e ieri impegnato in un tour cittadino dei principali cantieri veneziani, insieme alla soprintendente Renata Codello. «La visita alle Gallerie dell'Accademia è stata una grande emozione. Ho già detto al ministro Bondi che per l'apertura vorrei fare un'inaugurazione speciale — spiega Giro — ho pensato ad un evento ad hoc. Vorrei coinvolgere il regista Pappi Corsicato, che di recente si è occupato del recupero di Palazzo Barberini trattandone l'evoluzione in un documentario e vorrei che facesse lo stesso anche per le Gallerie dell'Accademia. Poi, l'anno prossimo, lo presenteremo alla Mostra del Cinema». Dall'Accademia al Lido, insomma e mentre la data dell'inaugurazione (e quindi dell'happening) sembra sarà in primavera, in corrispondenza della Biennale, il cantiere, partito nel 2005, e costato in tutto 24 milioni di euro (6.000 metri quadri di ampliamento e 6000 di restauri) fa già parlare di sé. «Questa è l'Italia che funziona — ha detto ieri entusiasta Giro— Venezia è l'Italia dell'eccellenza di cui dobbiamo parlare. Voglio che la comunicazione arrivi a tappeto a tutti, oltre al libro e al catalogo punteremo sulle inaugurazioni, una per la parte architettonica, una per la Pinacoteca». Terminati i lavori infatti (durante i quali il museo però è rimasto funzionante per tutto il periodo) la superficie a disposizione sarà di 12.000 metri quadri. «Uno spazio molto ampio se si considera che gli Uffizi di Firenze sono 12.900— spiega Renata Codello, soprintendente per i Beni architettonici e paesaggistici di Venezia e Laguna — la parte superiore, invece, quella della Pinacoteca, è di competenza di Vittorio Sgarbi e sarà affidata a lui». Che Sgarbi resti al suo posto, Giro non ha dubbi. «Stiamo presentando tutte le motivazioni richieste dalla Corte dei Conti — spiega Giro — non credo ci saranno problemi». Il sottosegretario, in visita alla Fondazione Giorgio Cini (per la Manica lunga), da uno sguardo fuori: «Le pubblicità su Palazzo Ducale e sugli altri luoghi storici di Venezia? Non mi scandalizzano — dice — servono per trovare finanziamenti e hanno tempi e spazi precisi. Non sono ovunque e comunque dopo un tot vengono tolte. Mi spaventano molto di più alcuni cantieri romani che sono bloccati da anni». Non lo preoccupa invece il cantiere-voragine a cielo aperto del Palacinema. «Se non finiremo i lavori nel 2011, li finiremo nel 2012, non è un problemagrosso, per il Palazzo del cinema, comunque, i finanziamenti ci saranno— spiega Giro— è un lavoro importante e va fatto con i tempi necessari, offrirà uno spazio prestigioso che farà brillare ancora di più questa manifestazione». E proprio sulla 67esima Mostra, Giro ritorna in chiusura: «Questa Mostra ha esaltato il cinema italiano, sono contento perché il direttore ha dato una risposta ottima alle nostre richieste. A Cannes e negli altri festival succede da anni, sono una vetrina per i nuovi talenti nazionali, anche Venezia doveva diventarlo e quest'anno è andata proprio così».



news

26-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 26 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news