LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA - «Vogliamo venderli o affittarli?». Il sovrintendente Umberto Broccoli: «Mettiamoli a reddito»
A. Full.
CORRIERE DELLA SERA 12 set 2010 Roma




La legge Ronchey prevede già espressamente che le opere d’arte possano essere date in locazione

Da settant’anni in giro per i sotterranei di Roma, dall’antiquarium del Celio, a quelli del palazzo delle Esposizioni, schivando guerra, bombardamenti, persino il crollo - era il 1939 - dei cantieri per la costruzione della metropolitana. Vicissitudini dopo le quali sono state in qualche modo dimenticate. E ora affiorano dalla memoria, grazie anche allo spazio appositamente recuperato al museo della Civiltà romana dove un intero padiglione è stato messo a disposizione del team di 12 archeologi (tra quelli del Comune e di Zetema) alle prese con lo studio delle 500 casse. Riguardo il destino del loro contenuto, il sovrintendente Umberto Broccoli - scrittore, autore di programmi Rai, un passato di direttore del castello di Giulio II di Ostia Antica – ha le idee chiare. «Sono contenitori che conservano un patrimonio talmente imponente che ben difficilmente potrebbero andare ad arricchire i nostri musei stracolmi - osserva l’archeologo -. Ma possono girare il mondo, in mostre realizzate in stretta sinergia con le istituzioni culturali internazionali».
Progetti Il sovrintendente Umberto Broccoli, favorevole alla «messa a reddito»

E puntualizza Broccoli: «Torna l’idea della messa a reddito del patrimonio dei beni archeologici romani già prevista dalla legge Ronchey che prevede “l’affitto” delle opere d’arte, dandole in locazione».

Una prima, importantissima trattativa, è già in corso con l’emirato di Abu Dabhi che ha inviato in Campidoglio un emissario per studiare la possibile costruzione nella metropoli araba di una Petite Rome, alla stregua del Petit Louvre già esistente. Padiglioni, scaffali, teche, espositori potrebbero essere riempiti con il materiale conservato nei sotterranei dell’Urbe. Ma la riflessione di Broccoli èmolto più vasta, ed è indirizzata a quella colossale «massa squalificata» – l’archeologo la chiama proprio così – di reperti che stipano i magazzini dei musei italiani. «Milioni di oggetti che, una volta acclarata la loro totale inutilità scientifica», potrebbero essere «alienati». «Chiariamo bene – precisa Broccoli – qui non si parla di messa in vendita dei gioielli di famiglia, mi riferisco a frammenti di cui, una volta certificato il valore documentale, tornano sottoterra. E restano seppelliti lì. Inutilmente. Con la stessa certificazione, potrebbero essere venduti ai turisti in visita in Italia». Il sovrintendente osserva che le leggi «ora non consentono una simile proposta, questo però non significa che in un futuro prossimo non si possano rispettosamente modificare».



news

22-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news