LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TOSCANA - Toscana al top nella classifica dei musei a cielo aperto
GABRIELE FIRMANI
LUNEDÌ, 13 SETTEMBRE 2010 il tirreno - Toscana



LE AREE SONO 46

Toscana, terra etrusca per eccellenza con 46 aree archeologiche censite che di fatto la pongono automaticamente ai vertici della classifica nazionale in quanto a musei a cielo aperto. Qual è però lo stato della loro conservazione? Secondo Antonio Paolucci, ex-soprintendente ai beni artistici e architettonici di Firenze, la condizione in cui versano i siti archeologici regionali può fare dormire sonni tranquilli: «Complessivamente - sottolinea - mi pare che il patrimonio archeologico sia conservato abbastanza bene».
Di parere un po’ più pessimistico Guglielmo Malchiodi, ex-soprintendente di Pisa, Lucca e Livorno: «Purtroppo, anche in Toscana - spiega - gli scavi archeologici spesso restano come delle cose a sé, scissi dall’ambiente circostante, dal paesaggio e dai centri storici, mentre invece occorrerebbe valorizzarli maggiormente, in rapporto al contesto in cui si trovano. Invece troppo spesso - continua - scavi anche importanti restano come delle isole, emarginate da tutto il resto». Riguardo alla gestione dello stesso patrimonio, questo è suddiviso fra Soprintendenza per i beni archeologici della Toscana, responsabile della gestione delle 11 aree archeologiche ancora ufficialmente oggetto di scavi, e Amat, Associazione musei archeologici toscani, che riunisce, 35 fra musei e parchi archeologici, prevalentemente di proprietà delle rispettive amministrazioni comunali. Fra le aree gestite direttamente dalla Soprintendenza, compare la cinta muraria di Cosa a Orbetello, l’area archeologica di Roselle nei pressi di Grosseto, e il complesso etrusco di Gonfienti, in provincia di Prato: quest’ultimo scavo continua a rimanere al centro di un appassionato dibattito fra il ministero dei beni culturali e gli esperti di storia etrusca, che sostengono come ci si trovi davanti con ogni probabilità alla mitica città-stato di Camars, citata da Tito Livio nelle sue cronache, ma mai individuata con certezza. Secondo Giuseppe Centauro, docente di restauro urbano alla facoltà di architettura di Firenze e primo sostenitore di tale ipotesi, attorno all’area delimitata ci sarebbe infatti molto più di quanto al momento riportato alla luce, compresa la leggendaria tomba del re Porsenna, sepolto con un cocchio d’oro trainato da cavalli d’oro. La Soprintendenza da parte sua continua però a frenare lo stanziamento di nuovi finanziamenti.



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news