LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Pesaro e Provincia. Rubato il reliquiario di S.Anna
13/09/2010 CORRIERE ADRIATICO

Furto consumato in pieno giorno, 500 euro a chi fornirà notizie



Cagli Se ne è accorto il custode qualche giorno fa: nella chiesa di Santa Chiara è stato rubato il reliquiario settecentesco di Sant’Anna. L’ipotesi più accreditata è che il furto sia stato compiuto sabato scorso in pieno giorno, visto che esiste un sistema antifurto che non è scattato e non è stata rinvenuta alcuna traccia di scasso nel corso del sopralluogo effettuato dai carabinieri. Dunque la chiesa era aperta. Lo stesso custode, una volta effettuata la brutta scoperta, ne ha dato notizia agli amministratori e quindi alle forze dell’ordine.

Il reliquiario era conservato dentro una teca di cristallo con un’ampia base marmorea sulla mensa dell’altare dedicato alla Nascita della Vergine. Esposto alla devozione dei fedeli è stato rubato con l’intera teca. La chiesa che è si erge al lato del Distretto sanitario, della scuola materna e a ridosso dell’ospedale è particolarmente cara ai cagliesi anche per la presenza della teca. Sant’Anna infatti è la santa protettrice delle puerpere e sia quando era attivo il reparto di ostetricia del vicino ospedale sia oggi, rappresenta il riferimento per i ringraziamenti alla santa ogni volta che nasce un bambino.

È probabile, secondo gli inquirenti, che qualcuno possa avere visto movimenti strani in quanto l’asportazione del reliquiario con l’intera voluminosa teca di protezione è stata un’operazione in qualche modo visibile anche all’esterno e difficilmente occultabile.

Sotto il profilo artistico si tratta di un pregevole pezzo in legno intagliato e dorato (altezza 55 cm, larghezza 26, profondita 11,5) impreziosito, sul fronte che ospita la reliquia di Sant’Anna, con una lamina dorata sigillata dal cristallo antico. L’oggetto è schedato dalla Soprintendenza Psae delle Marche come peraltro i beni culturali delle altre chiese di Cagli.

“Per questo motivo - ha spiegato il vicesindaco Alberto Mazzacchera - tale oggetto prezioso per la chiesa di Santa Chiara ha scarso valore commerciale. Infatti è già stata presentata denuncia di furto e grazie alla scheda della Soprintendenza Psae delle Marche sono stati forniti nei giorni scorsi al nucleo specializzato dei Carabinieri, TPC di Ancona, tutti i dati identificativi inclusa l’immagine fotografica. Ciò che spiace - aggiunge Mazzacchera - è che l’oggetto di culto e d’arte finirà, proprio per i motivi indicati, per essere svenduto come pezzo rubato a poco prezzo. Poiché invece riteniamo importante il recupero di tale oggetto per riportarlo alla devozione dei cagliesi siamo disposti a pagare un premio di 500 euro a chi ci fornirà notizie utili e decisive (anche in forma del tutto riservata) per l’individuazione dei malfattori che hanno compiuto questo infame furto sacrilego”.
Silvia Sinibaldi



news

26-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 26 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news