LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - isole egadi. il sovrintendente tusa: «risale alla prima guerra punica»
LA SICILIA Domenica 12 Settembre 2010 Prima Trapani, pagina 37




Favignana. Dopo 2.250 anni la I Guerra punica che si è combattuta il 10 marzo 241 avanti Cristo nel mare delle Egadi consente ancora di effettuare sorprendenti ritrovamenti.
L'ultimo è un rostro in bronzo individuato lo scorso 18 agosto grazie a un sonar utilizzato nel corso della campagna di indagini archeologiche subacquee e strumentali condotta questa estate, dall'1 agosto al 6 settembre scorsi, dalla Soprintendenza del Mare quando era ancora diretta da Sebastiano Tusa.
Il rostro, che è in perfette condizioni, era adagiato su un lato e semisepolto su un fondale sabbioso profondo circa 80 metri, a Nord Ovest dell'isola di Levanzo.
Il recupero è stato effettuato utilizzando le più moderne tecniche della ricerca archeologica subacquea alla quale ha collaborato anche la Fondazione statunitense «Rpm nautical», diretta da George Robb.
La Soprintendenza del Mare e la «Rmp nautical» non sono nuove a questo tipo di scoperte. Il 26 giugno 2008, dopo tre anni di ricerche nei fondali del «Banco dei Pesci», hanno portato alla luce il quinto rostro esistente al mondo il quale, dopo un attento esame si capì che somigliava a quello già esposto al museo Pepoli di Trapani. Era adagiato su un fondale profondo circa 70 metri e anche allora come oggi le operazioni di recupero vennero condotte con l'ausilio di un Rov oltre che con l'assistenza di mezzi nautici del Reparto aeronavale della Guardia di Finanza.
In precedenza, era il 15 giugno 2004, la Sezione archeologia del Comando Carabinieri Tutela patrimonio culturale di Roma, coadiuvata dal Nucleo Tutela patrimonio culturale di Palermo aveva recuperato con 19 anfore intere e frammentarie di fattura greca, romana e punica e tre ceppi d'ancora romani in piombo un altro rostro in bronzo, poi consegnato in custodia giudiziale al direttore del servizio per i beni archeologici della Soprintendenza di Trapani che all'epoca era l'attuale neo soprintendente Sebastiano Tusa. Il rostro era unico nel suo genere, nel Mediterraneo se ne conosceva solo un altro rinvenuto vicino Atlit, in Israele e risultò appartenere a una nave romana che all'epoca della I Guerra punica combattè vittoriosamente contro la flotta cartaginese.
Il rostro è un oggetto da sfondamento che anticamente veniva montato sulla prua delle navi per affondare quelle nemiche nelle quali praticava delle falle che si rivelavano determinanti per sconfiggere gli avversari. Si inseriva nel punto di congiunzione tra la parte finale prodiera della chiglia e la parte più bassa del dritto di prua e nella parte anteriore presentava un possente fendente verticale rafforzato da fendenti laminari orizzontali.
Margherita Leggio


12/09/2010



news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news