LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Parco Nazionale della Sila, patrimonio di pura bellezza. Riserva naturale per un turismo d'eccellenza
Angela Pagani
Il Giornale 13/9/2010

L'Italia è il paese più desiderato e sognato al mondo e noi che ci viviamo sappiamo bene il perché. Oggi siamo andati a conoscere meglio una straordinaria realtà territoriale che si chiama Parco Nazionale della Sila. Come altri parchi d'Italia, è una preziosa risorsa naturale e se adeguatamente valorizzato, può generare un indotto importante per l'economia del territorio. Abbiamo incontrato la professoressa Sonia Ferrari, Presidente dell'Ente Parco Nazionale della Sila, che fin dalle prime battute non nasconde la grande passione con cui alimenta ogni giorno il suo lavoro, nonostante i diversi aspetti critici della gestione. Presidente, crede che il sud sia un grande bacino di opportunità nell'ambito del territorio e della valorizzazione dello stesso? «Avere dei beni ambientali, naturalistici e culturali non implica che si abbiano le risorse turistiche, questo è un malinteso frequente. La «materia prima» arriva ai turisti se è resa accessibile, se è conosciuta. Dobbiamo rendere accessibili le risorse del territorio e valorizzarle. Per questo stiamo organizzando itinerari, pacchetti turistici, un marchio adeguato e così via. C'è un grosso lavoro da fare in questo senso, ancora di pi qui da noi dove ci sono carenze nei servizi di trasporto e di accessibilità. Ci muoviamo in questa direzione per permettere la riscoperta dell'autentico, che è quello che il turista oggi cerca. La cultura locale o le eccellenze, che siano gastronomiche, attività del tempo libero o risorse naturalistiche, sono i veri punti di partenza per creare l’indotto turistico». La difficoltà è anche quella della divulgazione. La Sila presenta un alto grado di biodiversità: varietà di animali, alberi, erbe che non tutti conoscono. C'è anche un'attenzione dedicata all'accoglienza dei turisti: prodotti tipici, svago, cultura... «Gli argomenti scientifici devono essere divulgati, semplificando dove è possibile e puntando su temi forti. Abbiamo dei boschi molto antichi, in cui vive la lontra, specie a elevato rischio di estinzione. Ci sono dei coleotteri che si credevano estinti da 50 anni. Appartengono alle cosiddette «specie ombrello», significa che la loro presenza è garanzia della buona conservazione del sito. Una ricerca recente, condotta da scienziati specializzati, ha rilevato un'ottima qualità dell'aria. Ci sono tantissime opportunità per chi arriva al Parco nazionale. Molte sono le attività sportive, stiamo rifacendo tutta la sentieristica in collaborazione con il Cai (Club Alpino Italiano) e ci sono i percorsi per le mountain bike. Il comparto enogastronomico offre delle vere prelibatezze: le nostre patate e il caciocavallo hanno l'etichetta d.o.p. Anche l'artigianato con la tessitura e l'oreficeria sono di forte richiamo, insieme ai diversi ecomusei distribuiti sul territorio. Organizziamo eventi in sinergia con altri operatori, sia pubblici sia privati. Lo scorso febbraio, in collaborazione con le Province di Cosenza e Crotone e con altri soggetti, abbiamo lanciato un'importante traversata della Sila con cani da slitta, che ha portato all'attenzione dell'opinione pubblica anche le attività invernali della Sila: qui si possono praticare gli sport invernali come lo sci alpino e lo sci di fondo». Quali sono gli obiettivi per i prossimi 6 mesi? «Puntiamo allo sviluppo del turismo sostenibile e ad accrescere la notorietà della Sila: tanti sanno che esiste, ma non si rendono conto della reale bellezza. Gli sportivi dello sleddog che arrivavano dal Trentino sono rimasti molto colpiti, perché non si aspettavano questi paesaggi montani così suggestivi. E questo per noi è un dato di grande rilievo. Occorre anche migliorare l'immagine della Calabria, attirando l'attenzione dei mass media, così elaboriamo strategie di comunicazione che siano innovative, basate sulla multimedialità». Quando un paese come il nostro eredita dalla natura tali meraviglie amiamo ricordare le parole di Dostoevskij: «La bellezza salverà il mondo». E noi siamo d'accordo con questo concetto di bellezza perché il Parco Nazionale della Sila ne è un concreto esempio.



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news