LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA - Van Gogh senza girasoli
LAURETTA COLONNELLI
CORRIERE DELLA SERA 15 settembre 2010

Arriva Van Gogh e lancia la sfida a Caravaggio. O almeno quanto si augurano gli organizzatori della mostra al Vittoriano, che dall'8 ottobre al 6 febbraio presenta Vincent van Gogh. Campagna senza tempo-Citt moderna, con una settantina di opere del maestro olandese e una trentina di grandi pittori che lui ha ammirato o con i quali ha lavorato, come Millet e Pissarro, Czanne e Gauguin. Abbiamo portato a buon fine un sogno nel cassetto, ha detto Alessandro Nicosia presidente di Comunicare Organizzando, che ieri ha anticipato la mostra nei saloni del ministero dei Beni culturali. E stato il sottosegretario Francesco Giro a ricordare gli oltre cinquecentomila visitatori della recente esposizione di Caravaggio alle Scuderie del Quirinale, un record al quale van Gogh potrebbe avvicinarsi. Hanno entrambi il fascino di pittori maledetti e in pi van Gogh molto amato dai giovani. Il Vittoriano per tutta la durata della mostra diventer un museo dei musei e la citt, per i 150 anni dell'Unit d'Italia e i 140 di Roma Capitale sar protagonista mondiale dell'arte. Con un allarme, per, lanciato per l'ennesima volta dall'assessore capitolino alla cultura Umberto Croppi: La rassegna dedicata a Van Gogh potrebbe essere l'ultima grande mostra. E questo a causa dell'entrata in vigore del provvedimento contenuto nella legge finanziaria secondo cui nel 2011 le amministrazioni pubbliche, o le societ partecipate, non potranno spendere pi del 20 per cento per mostre e pubblicit di quanto gi investito nel 2009. Ci significa - ha spiegato Croppi - che il Vittoriano, il Palazzo delle Esposizioni, i Musei Capitolini, il Macro, ma anche la Triennale di Milano dovranno prevedere una fortissima riduzione del loro budget. Significa, in poche parole, smettere di fare le mostre. A meno che la norma, una svista evidente, non venga modificata entro pochi giorni. Giro ha promesso che si adoperer per far correggere alcune incoerenze - contenute nella norma complessiva, quelle relative a una regola che impedirebbe ai Comuni di sponsorizzare le mostre. E immagino che lo dovremo fare rapidamente. Intanto al Vittoriano arrivano dai musei di tutto il mondo e da molte collezioni private le opere, a cominciare da quelle realizzate nei primi anni Ottanta dell'800, quando abbandonata l'idea di diventare predicatore come il padre, Van Gogh decise di dedicarsi alla pittura non per dare piacere a un certo gruppo ma per esprimere un giusto sentimento umano, come confessa se stesso. Ci sono in questi primi lavori, i colori smorti della campagna olandese, tutta una sinfonia di bruni per raccontare la vita dei contadini, i loro casolari coni tetti di paglia ricoperti di muschio e i pavimenti di terra battuta che lui paragonava a nidi d'uccello, considerandoli la dimora ideale per una famiglia felice. Sono i lavori forse meno conosciuti. Ma non mancano quelli dipinti a Parigi e nel sud della Francia, con l'esplosione dei gialli dorati, degli azzurri mediterranei, dei verdi in tutte le sfumature. L'attenzione dei curatori, guidati da Cornelia Homburg, si tuttavia concentrata su un aspetto inedito: le due inclinazioni contraddittorie che spesso guidarono il pittore nella scelta dei soggetti. Da una parte l'amore per la campagna come ambiente fisso e immutabile, dall'altra il legame con la citt, centro della vita moderna e del suo rapido movimento. Non ci sar il Van Gogh dei Girasoli e delle nature morte - ha annunciato Homburg - ma, accanto a lavori usciti per la prima volta dalle collezioni private, non mancheranno opere celeberrime. Come l'autoritratto coni cappello, proveniente dal Rijksmuseum di Amsterdam, che stato anche scelto come immagine pubblicitaria della mostra. Tra le novit, la collaborazione di Giordano Bruno Guerri, che per l'occasione passa dal Vittoriale, di cui presidente, al Vittoriano. Con l'incarico di organizzare tre dibattiti e tre cineforum.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news