LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MILANO - La Moratti: basta ostruzionismo sul Pgt
TERESA MONESTIROLI
La Repubblica, 15-09-10, pagina 7 sezione MILANO



HA VOLUTO essere lei, ad aprire la fase di ascolto della città su quel Pgt che dovrà mandare in pensione dopo decenni il Piano regolatore disegnando la città del futuro. Un sigillo sul cambiamento che Letizia Moratti ha affidato a un appello: «Chiediamo la collaborazione di tutti perché questo è il Piano della città e non solo di questa amministrazione. Mi auguro che anche l'opposizione abbia lo stesso sentimento di amore per Milano e non lavori per fare ostruzionismo». Come ha già fatto, almeno in parte, durante la fase di adozione in consiglio comunale. «Una parte del centrosinistra - ha specificato la Moratti - ha lavorato in modo collaborativo e la ringraziamo, ma un'altra ha creato un vero e proprio ostruzionismo». Si è aperta con questo messaggio la fase-due del lunghissimo iter del Piano di governo del territorio, ieri davanti alla platea del Teatro dell'arte della Triennale piena di imprenditori, architettie associazioni. Da oggi, chiunque abbia qualcosa da dire sul Pgt, potrà farlo: per due mesi gli uffici comunali raccoglieranno le osservazioni di associazioni e cittadini sul testo, richieste di modifica che dovranno essere giudicate poi dall'aula. È questa quella «fase nuova» che il sindaco definisce «una grande opportunità, perché ognuno possa presentare idee e proposte per arricchire il Pgt». Con la possibilità, ogni venerdì pomeriggio dal 24 settembre, di incontrare l'assessore all'Urbanistica Carlo Masseroli all'Urban Center per chiarimenti e interpretazioni di un testo che non è proprio alla portata di tutti. E fra due mesi, quando il tempo delle osservazioni sarà scaduto, il piano tornerà in aula per la votazione finale. Che, sottolinea Masseroli, dovrà avvenire «perentoriamente entro il 14 febbraio, giorno di San Valentino. Questo fa del nostro testo un vero e proprio Piano di chi ama la nostra città». Il tempo stringe, dunque, e l'opposizione annuncia una nuova battaglia. Con il capogruppo del Pd Pierfrancesco Majorino che spiega: «Se il Pgt non verrà corretto il rischio di una colata di cemento sulla città è reale.O la giunta scenderàa patti con noi dandoci delle garanzie sulle nuove regole, sulle trasformazioni degli edifici vuoti e su una maggiore offerta di alloggi a prezzi calmierati, oppure il piano lo approveremo noi dopo le elezioni». Critica anche Milly Moratti, della lista Milano Civica: «Il Pgt è assolutamente da rifare. Se serve, come dicono, per salvare l'agricoltura allora il Parco Sud è da tutelare, non da trasformare in zona urbana». La mobilitazione per modificare il testo parte già domani quando un gruppo di associazioni formato da Libertà e giustizia, Legambiente, Acli e Arci organizzeranno un'assemblea pubblica a Palazzo Marino sul Pgt, a cui parteciperà anche l'assessore Masseroli. «Pensiamo che il nuovo piano sia talmente importante che merita di essere capito da tutti» dice Damiano Di Simine, presidente regionale di Legambiente.



news

26-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 26 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news