LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

URBANISTICA A MONOPOLI LA MANO DEI POTERI FORTI
FRANCO MUOLO
GIOVEDÌ, 16 SETTEMBRE 2010 LA REPUBBLICA - Bari





Non è una scoperta d´oggi che anche i cosiddetti poteri forti incanalino previsioni urbanistiche di parte allo scopo, come dire, di un corretto sviluppo edilizio, facendo in modo che i pubblici amministratori non incorrano, durante l´iter pianificatorio, in macroscopici errori. Il Pug di Monopoli, a mio giudizio, ne conterrebbe almeno tre. Il primo è la localizzazione delle aree portuali e della cantieristica navale: assurda la previsione di due porti (il commerciale esistente e il turistico previsto sullo sfocio del torrente Ferraricchio e attaccato alla diga di tramontana) contigui al centro urbano senza sbocco nel retroterra, viabilità e parcheggi. Lo scalo turistico, previsto proprio in prossimità del campo sportivo centrale, é foriero di ulteriore intasamento del traffico là già caotico. Perciò: o si doveva prevedere lo spostamento dello stadio V.S. Veneziani, o non si doveva prevedere lì un porto turistico. E sarebbe stato meglio prevedere lo spostamento di tutte le attività cantieristiche navali sulla zona costiera a Nord dell´impianto depurativo della fogna a Torre D´Orta, visto che quel tratto di costa confina con l´attuale zona industriale. Il secondo è l´individuazione delle nuova zona industriale. E´ ragionevole pensare che almeno le attività produttive debbano prevedersi il più lontano possibile dai centri urbani, come giustamente aveva immaginato il prof. Piccinato, estensore del precedente Prg, già trentacinque anni fa. Non foss´altro per evitare interferenze fastidiose con il vivere cittadino. Il terzo è l´ubicazione delle tre grandi aree residenziali periferiche urbane: la prima a Nord, individuata nel Pug-strutturale e delimitata dalle vie Capitanio, Campione e dalle aree militare e industriale, a cavallo della via Conversano fino al suo svincolo con la tangenziale. Generalmente è sprovvista di servizi essenziali. Ma la cosa più raccapricciante è che al suo interno esiste la centrale Enel di Zona (dove arrivano e si dipartono ben quattro linee elettriche ad alta tensione. E lì di fronte c´è anche l´area del serbatoio dell´AQP, dove arrivano le diramazioni idriche principali, di cui una attraversante il riduttore di pressione da cui si dipartono le adduzioni suburbane verso la città e verso la zona industriale.
La seconda area residenziale risulta incastrata fra la s.s. 16, il torrente Ferraricchio e la famigerata fascia di rispetto cimiteriale, destinata all´edilizia privata con una cospicua parte (solo quella, si dice) a disposizione delle cooperative: praticamente un ghetto da costruirsi proprio nel mezzo di uliveti secolari! La terza, dislocata a Sud, piccolissima e, chissà perché, non più sviluppata a monte della via Traiana, come già sancito dal DPP approvato all´unanimità dal Consiglio comunale nel gennaio del 1977, laddove ci sono tutti i servizi essenziali e vi vegetano scarsi ulivi. Quest´area risulta addossata al torrente Lama don Angelo, dove bisognerà, invece, realizzare urbanizzazioni secondarie, ponti e costosissime opere di mitigazione alluvionali a spese, ovviamente, della collettività.
ambientalista



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news