LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

I tesori di Moscufo rivedono la luce
Paola M.S. Toro
Il Centro, 9-9-2010

Ritrovati i resti di una villa romana e di un convento medievale

MOSCUFO. Ora il tesoro di Moscufo è davanti ad occhi stupiti. La Soprintendenza per i beni archeologici dell'Abruzzo, diretta da Andrea Pessina, in collaborazione con i volontari dell'Archeoclub di Pescara e con il Comune di Moscufo, ha riportato alla luce le tracce del monastero alto-medievale di Santa Scolastica in Pischiarano. Accanto ci sono i resti di una villa ancora più antica.

Nella campagna di Pischiarano, frazione di Moscufo, c'è un terreno di circa 2 ettari. Appartiene a più proprietari, che sin dall'inizio si sono dimostrati sensibili all'argomento. Ad appena 50 centimetri di profondità gli archeologi, coadiuvati dal direttore competente della Soprintendenza per la provincia di Pescara, Andrea Staffa, hanno trovato le mura e alcuni elementi dell'antico convento femminile, già ricordato nel Memoratorium dell'Abate Bertario del IX secolo e poi annoverato tra i beni dell'abbazia di Montecassino. Si tratta di una struttura posta ai margini del fiume Tavo. L'edificio che, secondo una prima stima dei tecnici, dovrebbe estendersi su una superficie di 30 metri per 12, suddiviso in 2 campate, sarebbe stato fino al 1212 alla dipendenza di Montecassino.

«Era un convento femminile», precisa Staffa, «tenuto in grande considerazione dai longobardi. Il monastero possedeva un esteso patrimonio territoriale, ed è stato per lungo tempo uno dei luoghi di culto più venerati di Moscufo, in particolare dalle madri». Si dice che presso quella chiesa antica vi fosse una fonte alla quale le donne prive del latte materno andassero a venerare Santa Scolastica. «Bagnandosi il seno con l'acqua benedetta per poterne ottenere la grazia», dice l'assistente tecnico-scientifico della Soprintendenza Osvaldo Corneli. Il monastero sorgeva sulla strada romana che collegava Atri, Penne e Pescara. Della costruzione sacra, fatta di pietre di fiume, emergono le mura, alcuni angoli e una porzione di spazio circolare che farebbe pensare a un abside. Nello stesso luogo gli archeologi hanno trovato uno scheletro umano, forse di un bimbo.

«In vari punti», continua Corneli, «sono state reperite tracce di intonaco affrescato di colore bianco, nero e rosso e alcuni elementi di ceramica». Santa Scolastica non è l'unico tesoro della frazione di Pischiarano: nelle adiacenze del monastero affiorano altre mura, di tipo diverso. Sono a un metro dalla superficie, in alcuni tratti spesse più di un metro e mezzo. Sembrerebbe un abitato antico di epoca romana, datato attorno al primo secolo A.C.

«Le prospezioni geo-elettriche effettuate farebbero pensare a una villa romana di importanti dimensioni», spiega Domenico Orlando, presidente del consiglio comunale di Moscufo con delega alla valorizzazione dei siti archeologici. Una costruzione preesistente che nel tempo avrebbe accresciuto la sua importanza tanto da favorire l'insediamento del monastero, in parte realizzato proprio con i materiali dell'antico abitato. Ieri, il presidente della provincia di Pescara Guerino Testa ha effettuato un sopralluogo sul sito. Erano presenti, oltre a Orlando, il sindaco di Moscufo Alberico Ambrosini, l'assessore alla cultura Emanuele Faieta e quello all'Associazionismo Francesco Luciani. «Siamo orgogliosi di avere un tale patrimonio nel nostro comune», ha sottolineato il sindaco.


9 settembre 2010



news

22-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news