LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Se Bondi diventa Quentin Tarantino
Natalia Aspesi
Repubblica 16/9/2010

Giuria di Venezia nel mirino del ministro: metterò becco sui film da premiare

«Visto che i finanziamenti sono dello Stato, d´ora in poi intendo mettere becco nella scelta dei membri della giuria del Festival». Sandro Bondi, che non ha messo piede a Venezia, che non ha visto neanche un film, che ne reputa negativi i risultati, che non ha strumenti per giudicare, minaccia di far uso del suo poetico becco.E anche, si immagina, del suo cattivo umore e di tutte le invidie e gossip e rivendicazioni e fame di poltrone delle tante mezzecalze che vivacchiano negli anfratti del nostro cinema e han messo in agitazione il buon ministro. E chi mai vorrebbe mettere in giuria Sandro Bondi? La sua fidanzata, il figlio di Bossi, la truccatrice di Berlusconi, e per la parte straniera, lo zio di Putin e una guardia del corpo di Gheddafi? Lui stesso, anche se forse rimasto, nella cultura cinematografica, ai fratelli De Rege (peraltro presenti alla mostra nella retrospettiva "La situazione comica". Gli si può ricordare che: a) vincere premi non assicura spettatori né un mercato anche all´estero, cosa di cui i nostri film avrebbero estremo bisogno; b) i Festival per loro natura sono elitari, fatti per gli intelligenti, i colti, gli snob, i cinefili, i trasgressivi; c) La cultura autarchica di un ministro che (come tanti suoi colleghi) ha il dono di far parlare di sé solo quando dice cose inutili, gli fa dimenticare che pure la mostra di Venezia, la più antica e nobile anche se oggi un po´ logorata, è internazionale. E se non si vuole cambiare la sua sigla (al posto di Mostra Internazionale d´Arte Cinematografica, per esempio, ‘Mostra Padana di Porcherie Cinetelevisive´), bisognerà tener conto che gli stranieri non verrebbero mai a una maifestazione folclorica, magari di cinema dialettale. d) Cosa vorrà mai dire, riferendosi al direttore Marco Muller, che avrà tanti difetti ma sul cinema è un maestro, che è ‘innamorato dei propri schemi fino al punto di non privilegiare i talenti e le novità che sono sotto gli occhi di tutti?´ Anche sotto i suoi!? E se sono già sotto gli occhi di tutti, che bisogno c´è di privilegiarli? Non è più logico, per la cultura, ricercare ciò che non è neppure sotto gli occhi di pochi? E) si può anche dire che Tarantino non ha preso troppo sul serio il suo compito di presidente di giuria a Venezia: ma Muller lo aveva scelto perchè è un grandissimo uomo di cinema ed è già stato presidente di giuria a Cannes; f) Se deve sgridare qualcuno, Bondi si rivolga alle sue conoscenze che fanno parte del consiglio di amministrazione della Biennale, tra cui un suo incaricato, perchè è il consiglio che ha approvato tutto, compreso direttore, giuria e suo presidente.



news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news