LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma Capitale, adesso è fatta. Il Parlamento dice sì, ma Bossi prova a frenare gli entusiasmi
Nicoletta Orlandi Posti
Libero - Roma 17/9/2010

Il Parlamento dà il via libera al primo decreto su Roma capitale. Manca a questo punto solo il varo definitivo nel Consiglio dei ministri di domani e il provvedimento che attribuisce un nuovo status alla città di Roma potrà essere pubblicato sulla Gazzetta ufficiale il 20 settembre, nel 140esimo anniversario della breccia di Porta Pia. Una coincidenza simbolica fortemente voluta dal sindaco Gianni Alemanno, che lunedì in Campidoglio darà la cittadinanza onoraria al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Ma se il Parlamento pronuncia il suo sì quasi all’unanimità, a gettare un’ombra sull’iter di Roma capitale ci pensa Umberto Bossi: «Vedremo, ancora devo studiare»

Il Parlamento dà parere favorevole al primo decreto su Roma capitale, ma a frenare gli entusiasmi ci prova il leader della Lega Umberto Bossi. «Vedremo, ancora lo devo studiare», risponde a chi gli chiede se il Carroccio darà il via libera oggi al decreto su Roma Capitale. Ma sarà difficile arrestare a questo punto il processo di riforma. Anche perché, e lo ha sottolineato chiaramente il sindaco Gianni Alemanno, «il parere della Commissione bilaterale in cui si sono raccolti i voti favorevoli non solo del Pdl e della Lega, ma anche del Partito democratico e di Futuro e Libertà, rappresenta un viatico molto forte per questo percorso». Per questo il primo cittadino ha voluto «ringraziare il ministro Calderoli che ha dimostrato, ancora una volta, che la Lega sui fatti sostanziali non è così ostile a Roma come si dice, la relatrice Bernini e anche la Lanzillotta, che alla fine si è astenuta e il presidente La Loggia, che ha messo a tamburo battente l'iter di questo decreto legislativo». Parole di ringraziamento anche per il Pd che sostenendo questo processo ha dimostrato «grande responsabilità istituzionale e dimostrazione di amore verso la nostra città. Possiamo puntare a fare questo processo storico non come una riforma di parte ma condivisa da tutto l'arco politico». Soddisfazione per l'approvazione in Parlamento del primo decreto su Roma Capitale è stata espressa anche dal governatore del Lazio, Renata Polverini, e dal presidente della Provincia Renata Polverini. Entrambi già guardano al secondo, il cui iter si preannuncia più complesso vista la più ampia diversità di vedute. E in effetti le opposizioni in Parlamento sottolineano che sarà sul secondo testo che si misurerà la tenuta della maggioranza. Anche perché, aggiungono, il primo decreto ha disegnato solo la cornice, sancito uno status: «una prima parzialissima attuazione della Costituzione», secondo il Pd, un «decreto patacca», per l'Idv, un «barattolo vuoto» per l'Udc. La sostanza, concordano tutti, deve ancora arrivare. Risponde a tutti il sindaco spiegando che nel merito, l'ultima stesura del testo sullo status di Roma capitale è «la più virtuosa», ed è la base necessaria per avviare il lavoro sul secondo decreto, che prevederà poteri, funzioni amministrative e patrimonio (è stato rimandato anche il discorso sulle indennità). Audizione del sindaco da parte del governo e procedura d'urgenza per 1’approvazione dei provvedimenti, sono le due modifiche già varate su cui il Campidoglio pone l'attenzione. Mentre malumori bipartisan emergono sulla riduzione dei municipi a 15 e soprattutto dei consiglieri comunali a 48 (ora sono 60). I capigruppo di Pdl, Pd e Udc in Consiglio comunale concordano nel lamentare un problema di adeguata rappresentanza per una città che ha più del doppio degli abitanti di Milano. Ma Alemanno assicura: «C'è l’impegno a rivedere il numero con la riforma del Codice delle autonomie».



news

21-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news