LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Viaggio nell´italia di incuria e scempi
Giovanni Valentini
La repubblica 17/9/2010

Un libro-inchiesta di Roberto Ippolito sui tesori negletti

L´abbandono di un patrimonio di valore inestimabile prezioso anche per l´industria turistica

L´immagine più emblematica e scioccante è quella della via Appia Antica, con il basolato di epoca romana e ai due lati le casette di una lottizzazione abusiva a Giugliano in Campania, provincia di Napoli. Ma nel Bel Paese maltrattato, come s´intitola il libro di denuncia scritto da Roberto Ippolito e pubblicato da Bompiani (pagg. 380, euro 18), c´è un´impressionante documentazione fotografica che illustra l´inventario dei guasti prodotti dall´incuria a danno di tanti beni artistici e monumentali italiani, da un capo all´altro della Penisola: dalla sala dei mappamondi dell´Accademia delle Scienze allagata a Torino al degrado dell´Accademia delle Belle arti di Brera a Milano; dai maxi-cartelloni pubblicitari sulla chiesa di San Simeon Piccolo a Venezia o sul Ponte Vecchio di Firenze alle sculture sporche e mutilate nei parchi di Roma; dai danni provocati dalle frane a Ischia all´invasione dei cani randagi nell´area archeologica di Pompei.
Forse, più che maltrattato, bisognerebbe dire che il Bel Paese è stato violentato, sfregiato, vilipeso. Un patrimonio storico e artistico di valore inestimabile, prezioso anche per l´industria del turismo, giace in condizioni di abbandono, sottoutilizzato o addirittura inutilizzato. Ed è una responsabilità politicamente trasversale, nel senso che chiama in causa sia il centrodestra sia il centrosinistra.
«L´Italia», ricorda Ippolito nell´introduzione, «è prima al mondo per il numero di siti patrimonio dell´umanità inclusi nella lista dell´Unesco, l´Organizzazione delle Nazioni unite per l´educazione, la scienza e la cultura». Su un totale di 890 luoghi simbolici scelti in tutto il mondo, il nostro Paese ne detiene 44, cioè 1 su 20. Ma spesso non vengono protetti né tantomeno valorizzati.
Le ricchezze italiane in questo campo sono enormi: 4.739 musei pubblici e privati, 62.128 archivi, 59.910 beni archeologici e architettonici, 1.144 aree naturali e protette. Ecco il nostro "oro nero", la nostra risorsa primaria nazionale. Una miniera d´arte, di cultura e di ambiente che non riusciamo a sfruttare adeguatamente e che anzi continuiamo a trascurare o deturpare.
Sono storie di ordinaria follia – amministrativa, urbanistica o burocratica – quelle che il libro racconta e documenta con dovizie di cifre e citazioni. Le Mura aureliane ricoperte da una foresta di piante di capperi a Roma o la statua di marmo alta quattro metri scoperta nell´ottobre del 2009 da tre infaticabili studiosi sotto Villa Madama. Le caserme dei Carabinieri e della Forestale sequestrate a Ischia perché illegali, con l´Avvocatura dello Stato che sostiene e difende l´illecito. L´invasione dei topi nella Biblioteca nazionale centrale di Firenze, abbandonata al degrado nonostante che dal 1869 riceva di diritto una copia di tutto quello che viene pubblicato in Italia. Le frane di Atrani sulla costiera amalfitana, in provincia di Salerno. I danni causati dall´alluvione e dall´abusivismo a Messina; la spazzatura dilagante fra i tesori di Bagheria, in Sicilia; oppure la Natività del Caravaggio rubata a Palermo e, secondo un pentito di mafia, mangiata da topi e maiali. E così via.
C´è da inorridire di fronte a questi misfatti contro la cultura e la natura. E soprattutto contro l´identità nazionale. Tanto più che i danni si ripercuotono fatalmente sul turismo, la prima industria del Paese, colpita dalla crisi economica e dalla recessione, ma ancor più dalle inefficienze, dai disservizi e dai prezzi eccessivi.
Ma la questione, evidentemente, non può essere ridotta soltanto a una dimensione economica. «La sfida», commenta l´amministratore delegato di Telecom, Franco Bernabè, nella sua qualità di presidente del Mart (Museo di arte moderna e contemporanea di Rovereto), «è che la cultura, oltre a essere un valore in sé, deve far crescere il territorio». L´economia, insomma, è importante, ma «il destino del patrimonio artistico non è quello di produrre utili».



news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news