LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Bando per i musei statali. Favoriti i soliti noti
Costantino d’Orazio
Libero - Roma 18/9/2010

Trecento milioni in 6 anni

E’ ricominciata la corsa dei privati alla gestione dei servizi nei musei e nei monumenti statali di Roma. Dal Colosseo alla Galleria Borghese, da Palazzo Barberini a Castel Sant'Angelo, in gioco c'è un giro d'affari di 300 milioni di euro in sei anni. Il bando ha un iter piuttosto complesso e Confculture, l'associazione delle aziende che operano nei beni culturali, ha inviato una segnalazione all'Antitrust per contestare le decisioni della Direzione generale.
Confcultura s'appella all'antitrust: «Limitata concorrenza»

È ricominciata tre giorni fa la corsa dei privati alla gestione dei servizi nei musei e nei monumenti statali cli Roma. Dal Colosseo alla Galleria Borghese, da Palazzo Barberini a Castel Sant'Angelo, in gioco c'è un giro d'affari di 300 milioni di euro in sei anni. A tanto equivale il bottino cui potranno aspirare le società che saranno giudicate adeguate dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali per la gestione di biglietterie, bookshop, ristoranti e audioguide di cinque musei e decine di siti archeologici. Un iter piuttosto complesso, che ha già visto Confculture, l'associazione delle aziende che operano nei beni culturali, inviare una segnalazione all'Antitrust per contestare le decisioni della Direzione generale guidata da Mario Resca. I contrasti sono nati all'indomani della pubblicazione delle caratteristiche richieste a chi poteva presentare la propria candidatura alle gare. «Alcuni requisiti sono talmente alti», denuncia Patrizia Asproni, presidente di Confculture, «che saranno favoriti i soliti grandi operatori. Viene messo a rischio il diritto alla concorrenza con un evidente danno per le piccole aziende già impegnate in questo settore». Certe cifre fanno impallidire. Bisogna vantare, per esempio, un incasso di almeno 620 mila euro solo dalle audioguide, è necessario aver raccolto oltre 3 milioni di euro dai biglietti staccati in tre siti. Numeri che può vantare soltanto chi ha già gestito il Colosseo o la Galleria Borghese, che mette così un'ipoteca sulla vittoria delle prossime gare. «Puntiamo ad avere soltanto gli operatori migliori», taglia corto Resca, «non vogliamo trovarci, come è capitato in passato, con musei importanti gestiti da piccole società che non sanno accogliere e gestire importanti flussi di visitatori. Per i servizi di biglietteria speriamo di coinvolgere anche le società che lavorano per gli stadi o per i concerti. Abbiamo bisogno di grosse aziende che sappiano sostenere importanti progetti di sviluppo». Non è un caso che ElectaMondadori abbia chiuso un accordo con il gigante Rmn, che lavora al Louvre e ha registrato il record di ottocentomila visitatori con la mostra di Picasso al Grand Palais. Skira si è invece alleata con Mondomostre e con i francesi di Culture Espaces, che gestiscono il Museo Jacquemart-André di Parigi e il sito di Waterloo. Sono questi i mostri sacri con cui dovranno vedersela Munus, che si presenta con Verona 83, forte di una grande esperienza nel Nord Italia, e Novamusa, che invece lavora soprattutto in Sicilia. «La crescita del settore», conclude Asproni, «sarà possibile soltanto se cambieranno le condizioni e noi saremo messi in grado di lavorare al meglio». Altrimenti partiranno i ricorsi, che qualcuno per la verità sta già mettendo a punto.



news

22-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news