LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TOSCANA - LUCCA - Una mostra sulle tombe romane
ROSSELLA LUCCHESI
DOMENICA, 19 SETTEMBRE 2010 - Lucca - IL TIRRENO




“Munere mortis” è in corso a Villa Guinigi


LUCCA. Inaugurata a Villa Guinigi “Munere Mortis”, mostra inedita sui complessi tombali di epoca romana. Frutto di venticinque anni di intense ricerche archeologiche condotte sul territorio di Lucca, l’esposizione ripropone un tema “di nicchia” e di grande interesse storico-culturale.

Testimonianze della presenza di necropoli d’età romana sul territorio lucchese esistono da tempo, confermate da importanti ritrovamenti nel corso di numerosi scavi. «Assolutamente casuali, effettuati per esigenze di lavori pubblici», sostiene Giulio Ciampoltrini, funzionario della Soprintendenza.
Tutto ebbe inizio nel 1977, quando, per lavori alle tubature negli Orti di San Ponziano, vennero alla luce i resti di alcune tombe del I e II secolo d.C. Le scoperte indussero gli studiosi a ricerche più approfondite che ripresero nel 1981.
Ma la spinta decisiva avvenne nel 2002 in seguito ai saggi preliminari per la costruzione del casello autostradale del Frizzone da cui emersero importanti reperti che attestavano la presenza di una necropoli romana. I ritrovamenti consentirono di ricostruire gli antichi riti funerari di cui tanto parlò Virgilio. Così oggi, dopo un lungo e accurato restauro degli oggetti siamo in grado di comprendere quali erano le pratiche per la purificazione dei corpi e la preparazione al passaggio a miglior vita dicoloro che vissero duemila anni fa. «La mostra vuole dimostrare come dalla casualità di alcuni scavi si possa giungere a sorprendenti testimonianze del passato», continua Ciampoltrini, che lancia il messaggio didattico dell’iniziativa. «L’attività di tutela di ciò che appartiene al passato - dice - non è mai fine a se stessa, ma protesa verso la divulgazione. Il risultato del nostro lavoro è la testimonianza del passaggio dall’usanza della cremazione all’inumazione, avvenuta intorno al 150 d.C. il cui percorso è ben visibile nelle teche contenenti i reperti posizionate nei pressi di pannelli informativi».
L’esposizione, curata dall’archeologa Consuelo Spataro, è stata realizzata grazie all’impegno congiunto delle Soprintendenze per i Beni Archeologici, architettonici e paesaggistici e per il Patrimonio storico artistico etnoantropologico per le province di Lucca e Massa Carrara e col supporto delle Fondazioni Crl e Bml, della Provincia e dei Comuni di Capannori e Porcari.
La mostra resterà aperta fino al 10 ottobre con il seguente orario: martedì, mercoledì, giovedì e sabato 9-12 e 13-19.30; venerdi 9-14; domenica 9-13. L’ingresso è gratuito.



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news