LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CAMPANIA - progetti di messa in sicurezza definitivi
Maria Elena Grasso
20/09/2010 IL MATTINO




Sono tre i progetti di messa in sicurezza definitivi, ma non ancora esecutivi, relativi alla frana di Montaguto che la Protezione civile presenterà questa mattina a Savignano a rappresentanti delle regioni Campania e Puglia, delle amministrazioni provinciali di Avellino e Foggia, dei Comuni di Montaguto, Savignano, Greci, Ariano e Bovino, a Ferrovie dello Stato, all’Autorità di Bacino, al Genio Civile di Ariano, alla Soprintendenza ai Beni Ambientali, all’Anas e agli ordini professionali.

È l’appuntamento indicato più volte nei mesi scorsi dal capo della Protezione civile, Guido Bertolaso, come fondamentale per risolvere una volta per sempre il dissesto geologico che sta sconvolgendo da tempo un intero territorio, con conseguenze pesanti nell’economia locale e nei collegamenti non solo su rotaia, ma anche su strada, tra due regioni. La frana di Montaguto non fa più paura come lo scorso anno. Ciò dopo gli ultimi interventi di monitoraggio e il prosciugamento dei laghetti formatisi nel tempo a varie altezze e dopo gli interventi eseguiti in collaborazione con l’esercito, Ferrovie e l’Anas al piede della frana, alla rete ferroviaria Caserta-Foggia e alla nuova bretella sulla strada stale 90 delle Puglie. Certo, continua a muoversi e scendere a valle. Ma è ormai sotto controllo. Solo nuove e violenti piogge potrebbero modificare il quadro attuale. Adesso è fondamentale passare a quella che i tecnici della Protezione civile definiscono terza fase. In pratica, consiste in progetti esecutivi per ulteriori opere di allontanamento delle acque superficiali e sotterranee, deviate alla destra e alla sinistra del corpo di frana, per la sistemazione dei fossi limitrofi, il fosso Nocelle e il vallone Tre Confini, al fine di realizzare un soddisfacente sistema di regimazione delle acque sul versante interessato dalla frana. La spesa ipotizzata per i tre progetti si aggira sui 9 milioni di euro. «Dopo approfonditi studi - spiega l’ingegnere Angelo Pepe - i tecnici della Protezione civile, di intesa con le Università di Firenze e Perugia, sono pervenuti a delle importanti conclusioni. A Savignano si presenta questo lavoro e si attende dalla conferenza di servizi osservazioni e prescrizioni prima di poter considerare esecutivi i tre progetti. Nel frattempo rimaniamo operativi in zona. Non c’è alcun abbandono dell'area. Si eseguono gli interventi programmati per tenere sotto controllo la situazione»



news

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

Archivio news