LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SARDEGNA - Piano Paesaggistico, prosegue il processo di riforma con “Sardegna Nuove Idee”
Ultimo aggiornamento: 20-09-2010 07:50



Prosegue il programma avviato dall’Esecutivo per la revisione del Piano Paesaggistico Regionale. Lo scorso 16 giugno alla Fiera campionaria di Cagliari, la Regione ha dato avvio al processo “Sardegna Nuove Idee” promuovendo, con un importante evento informativo, l’iniziativa e oggi, a distanza di appena tre mesi, si conseguono i primi, importanti risultati. Il programma si è basato su una serie d’incontri territoriali, articolati in laboratori di progettazione paesaggistica e tavoli tematici di approfondimento, che hanno visto la partecipazione attiva dei Comuni e degli altri attori istituzionali sui temi della pianificazione territoriale e paesaggistica, in relazione ai quali sono state segnalate le principali problematiche legate all’attuazione del P.P.R e le difficoltà incontrate nel processo di recepimento.

CAGLIARI - Con il programma “Sardegna Nuove Idee”, si è inaugurata una nuova stagione di pianificazione paesaggistica. Per la prima volta in Sardegna si è posto l’accento sulle comunità locali, vere interpreti dell’identità storico-paesaggistica dei luoghi. “Il processo ha richiesto un impegno e uno sforzo considerevoli – ha affermato l’Assessore degli Enti Locali, Finanze e Urbanistica – ma sono convinto che entrambi saranno ampiamente ripagati in sede di redazione e attuazione del nuovo strumento di pianificazione paesaggistica. Il processo di elaborazione e quello di recepimento da parte delle amministrazioni locali sarà decisamente più agevole, dal momento che le comunità locali hanno contribuito a fornire conoscenze ed esperienze, condiviso strategie e principi di conservazione e gestione del territorio”.

Piena collaborazione con gli Enti Locali. I risultati di questa prima fase sono stati riportati dall’Assessorato in un documento sottoposto all’attenzione della Giunta regionale nella seduta del 15 settembre 2010. “Il progetto – ha aggiunto l’Assessore Asunis – si fonda sulla concertazione e sulla compartecipazione, elementi che stanno alla base del programma di governo del Presidente Cappellacci. Solo dando piena voce agli amministratori locali e alle associazioni attraverso il confronto con le realtà socio-culturali e con la fattiva collaborazione del Ministero dei Beni culturali, si potrà realizzare un piano in cui i sardi si riconoscano a pieno titolo”.

Gli obiettivi. Si tende in questo modo a rafforzare quel cambiamento culturale finalizzato a sviluppare una maggiore sensibilità sui valori storico-identitari, passare da un regime strettamente vincolistico verso una tutela dinamica del paesaggio che promuova nuovi valori, in sintonia con una moderna visione del paesaggio che coniuga efficacemente le esigenze di conservazione con quelle di sviluppo socio-economico. La Giunta Regionale, sempre nella riunione del 15 settembre ha condiviso, inoltre, la proposta dell’Assessore all’Urbanistica volta a portare a completamento la revisione del quadro normativo e cartografico del PPR, a recepire le correzioni dei tematismi, degli elementi descrittivi e cartografici del piano (riferiti in particolare ai centri di antica e prima formazione, zone umide ed aree di bonifica, già in avanzato stato di elaborazione), nonché a pervenire all’approvazione del vigente Piano paesaggistico su formato digitale. La finalità è quella di dotare la Sardegna di un sistema di regole chiare e coerenti con il quadro sovraordinato, di agevole ed univoca interpretazione, superando le difficoltà applicative e le incertezze che hanno contraddistinto l’attuale fase della pianificazione regionale. “Entro la fine di quest’anno – ha concluso Asunis – le attività esaminate dalla Giunta verranno portate a completamento. Il lavoro iniziato con i comuni costieri prosegue, fin dai prossimi giorni, con quelli interni della nostra Isola. Questo consentirà di porre le basi per l’elaborazione di un nuovo atto di pianificazione paesaggistica esteso all’intero territorio regionale, arricchito dai preziosi contributi delle popolazioni locali. Tutto questo viene portato avanti nella ferma convinzione che la pianificazione paesaggistica debba costituire uno strumento di democrazia rinnovata e partecipata, capace di esprimere i reali interessi del territorio e della società.

http://www.sardegnaoggi.it/Politica/2010-09-20/14564/Piano_Paesaggistico_prosegue_il_processo_di_riforma_con_Sardegna_Nuove_Idee.html


news

26-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 26 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news