LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Santo Spirito riabbraccia «suo» Cristo
Manuela Plastina
La Nazione Firenze 20/9/2010

Chiesa gremita per la messa di Betori che ha celebrato il ritorno dell’opera di Michelangelo

Il Cristo raffigurato come un giovane uomo guarda dall'alto della sua croce, col capo chino nella sofferenza della Passione, i fedeli. E' tornato a casa, nella basilica di Santo Spirito, il crocifisso di Michelangelo. E’ stato esposto non nella cappella Barbadori, dove si trovava fino a un anno fa prima di essere prestato al Museo diocesano di Napoli e poi alla Venaria Reale nel torinese: gli agostiniani di Santo Spirito hanno deciso di sistemarlo su un piedistallo bianco in mezzo alla sacrestia per essere ammirato a 360 gradi, dal basso verso l'alto, dagli amanti dell'arte sacra. E qui, protetto dalla vigilanza di due carabinieri, ha ricevuto l'omaggio anche dell'arcivescovo Giuseppe Betori che ha celebrato la Santa Messa gremita di fedeli, in particolare di residenti di questa zona dell'Oltrarno che hanno voluto festeggiare il rientro a casa del loro Cristo. Monsignor Betori ha apprezzato la nuova collocazione del Crocifisso. «Guardare in alto, contemplare: l'uomo contemporaneo, nel confuso succedersi delle molte cose da fare e soprattutto dell'asfissiante assedio delle cose da consumare, comprenda che occorre gettare uno sguardo pi in là dell'immediato e giungere a cogliere il perché, il significato delle cose e soprattutto della vita» ha detto l'arcivescovo durante l'omelia. Aprirsi alla contemplazione, ha aggiunto, serve a «scoprire ciò che conta, ciò che può e deve diventare il centro della nostra vita, tra le mille attrazioni da cui siamo circondati, capace di illuminare in modo decisivo la nostra esistenza». Per tutta questa settimana è possibile ammirare il crocifisso in cinque appuntamenti quotidiani con visite guidate nella chiesa, al Cristo di Michelangelo, alla sacrestia, al chiostro e alle tre cene del Poccetti, al Museo della Fondazione Romano e all'antico cenacolo di Santo Spirito. Numerosi gli appuntamenti di incontro e musicali: oggi alle 18,30 Pietro Antonio Bernabei e Massimo Gulisano terranno una conferenza sulle caratteristiche anatomiche del Cristo di Santo Spirito che sono state riconosciute da studi medici come strettamente aderenti alla realtà. Michelangelo infatti ha realizzato questo capolavoro a diciassette anni nel 1492 come ringraziamento dell'ospitalità ricevuta dal convento di Santo Spirito che gli permise di analizzare i cadaveri provenienti dall'ospedale del convento per studiarne l'anatomia. Grazie a questa esperienza l'artista divenne insuperabile nel rappresentare il corpo umano in ogni suo più piccolo dettaglio. Domani alle 21 la soprintendente del polo museale Cristina Acidini parlerà di Michelangelo e della scultura lignea; mercoledì e giovedì tornerà la musica a Santo Spirito con lo Stabat mater dolorosa di Pergolesi e il concerto del coro polifonico femminile Mulieris Voces. Venerdì alle 18,30 sarà Antonio Paolucci, direttore dei musei Vaticani, a parlare della giovinezza di Michelangelo nel confronto tra il Cristo di Santo Spirito e la Pietà di San Pietro. E poi ancora musica fino a domenica prossima con messa e concerto che chiuderanno i festeggiamenti.



news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news