LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Arte pubblica. Mission impossible?
Clara Castaldo
Arte Varese, 16-9-2010

È ancora possibile parlare di "Arte pubblica" o é finito tutto tra quattro mura di salotto? L'architetto Paolo Torresan si lascia interrogare a proposito della vocazione comunicativa e pubblica dell'arte monumentale.

Torresàn, con l'accento sulla A - Sorride appena sente pronunciare il suo cognome con la - giusta - inflessione veneta. Paolo Torresàn, architetto bustocco d'adozione, è l'ultimo ospite in ordine di tempo negli studi di La6 Tv e parla con noi del suo recente progetto per un monumento pubblico, dedicato ai caduti sul lavoro, "conficcato" al centro della piazza di Casarano, nel Leccese. "Il monumento è dedicato alle morti bianche - spiega Torresan - o, come qualcuno le chiama, alle morti invisibili. Dunque è un'opera fortemente e profondamente collegata alla contemporaneità, al tempo che tutti noi viviamo e nasce come un "fatto pubblico". Per questo, credo che la sua collocazione più giusta e vera sia nella piazza principale della città di Casarano che negli anni del boom economico è stata una sorta di Mirafiori del sud. Il monumento centrale, realizzato con tessere di pasta vitrea dorata, ricorda la forma di un dito puntato verso l'alto e sgorga letteralmente dalla piazza. Dunque, un monumento da percorrere, da abitare e da vivere, ricordando".

Solo gli artisti - "Ogni opera, credo, dovrebbere nascere con l'urgenza di comunicare e di trasmettere qualche cosa. E se le espressioni dell'intelligenza umana - letterarie, artistiche o scientifiche - nascono per comunicare qualcosa, di fatto sono già pubbliche, sono destinate a parlare alla gente". Torresàn continua nella sua spiegazione e dalle sue parole pare emergere la convinzione allarmata che sia ancora troppa la gente che ritiene l'arte un passatempo d'élite, un sovrappiù riservato ad una cerchia ristrettissima, ad una nicchia, come si usa dire oggi. Gombrich ha scritto: "Non esiste in realtà una cosa chiamata arte. Esistono solo gli artisti: uomini che un tempo con terra colorata tracciavano alla meglio le forme del bisonte sulla parete di una caverna e oggi comprano i colori e disegnano gli affissi pubblicitari per le stazioni della metropolitana, e nel corso dei secoli fecero parecchie altre cose. (...) Non c'é peggior ostacolo al godimento delle grandi opere d'arte della nostra riluttanza a superare abitudini e pregiudizi. (...) E ciò che più importa, ci dimostra che quanto siamo soliti definire "opera d'arte" non é il risultato di un'attività misteriosa, bensì un oggetto fatto dall'uomo per l'uomo". La vita è piena di richiami artistici. Basterebbe solo aver pazienza e mettersi in ascolto.

Clara Castaldo





news

22-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news